325 CONDIVISIONI
Covid 19
20 Ottobre 2021
18:39

Covid Regno Unito, Londra esclude lockdown: “Ma inverno sarà duro, rischio 100mila casi al giorno”

Il ministro della Salute inglese, Sajid Javid, ha spiegato nel corso di una conferenza stampa tenuta nel giorno in cui nel Regno Unito si sono sfiorati i 50mila casi Covid in 24 ore che “non è previsto un ritorno al lockdown ma il prossimo sarà un inverno duro. Le infezioni potrebbero raggiungere quota 100mila al giorno. Andiamo avanti a piccoli passi”.
A cura di Ida Artiaco
325 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Un nuovo lockdown è da escludere ma quello che sta per cominciare nel Regno Unito sarà un inverno duro. È quanto ha detto il ministro della Salute Sajid Javid nel corso di una conferenza stampa nel giorno in cui si registrano quasi 50mila nuovi casi di Coronavirus nel Paese, numero questo destinato ad aumentare. "Le infezioni potrebbero raggiungere quota 100mila al giorno nei prossimi mesi, ma il nostro sistema sanitario nazionale si sta comportando con distinzione". Nessun dietrofront, dunque, per quanto riguarda la strategia di contenimento della pandemia, nonostante negli ultimi giorni ci sia stata anche una crescita del 10% dei posti letto occupati negli ospedali. Al momento si andrà avanti con le terze dosi di vaccino agli anziani e i fragili e con la vaccinazione della fascia 12-15 anni. Nessun ritorno all'uso della mascherina al chiuso.

Il ministro ha pertanto sottolineato che le dosi di richiamo sono "vitali" per mantenere le persone al sicuro nei prossimi mesi, anche e soprattutto a causa della nuova variante Delta Plus che si sta diffondendo e che, sebbene non ci siano prove che rappresenti una minaccia maggiore della più comune variante Delta, è necessario essere pronti per "tutto ciò che è dietro l'angolo", ha precisato il ministro. Per il resto, il consiglio è quello di "fare piccoli passi, che possono fare la differenza" nell'affrontare il ritorno alla normalità: "Incontratevi all'aperto ove possibile, tenete aperte porte e finestre quando vi incontrate all'interno, indossate le mascherine in aree affollate, soprattutto se si entra in contatto con persone che normalmente non si incontrano". Javid suggerisce anche di fare dei test rapidi come parte della proprio routine settimanale. "Un quarto dei casi positivi che stiamo identificando proviene da quei test".

Javid ha anche annunciato due accordi stretti dal governo per i farmaci antivirali. "Dovremmo essere orgogliosi che il Regno Unito sia in prima linea nei trattamenti contro il Covid – ha sottolineato -. Stiamo assistendo a sviluppi promettenti anche per quanto riguarda questo tipo di farmaci. Funzionano prendendo di mira il virus nella fase iniziale e interrompendo il modo in cui si sviluppa e si moltiplica. Per questo sono lieto di annunciare che abbiamo firmato due accordi storici per fornire centinaia di migliaia di dosi di due nuovi antivirali, uno dei quali è quello prodotto dalla Merck. Se otterranno l'approvazione dell'MHRA (l'ente regolatore britannico), potremmo fornire ai pazienti più vulnerabili una ulteriore protezione per quest'estate. Vogliamo distribuirli il più rapidamente possibile".

325 CONDIVISIONI
28325 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni