445 CONDIVISIONI
14 Luglio 2022
15:48

Cosa fare se risulti positivo al Covid in vacanza all’estero o in Italia: le regole per l’estate 2022

È iniziata la stagione estiva, che per molti italiani significa vacanze. Quest’anno, però, il periodo ha coinciso anche con un aumento dei contagi. Ecco la guida per orientarsi, in Italia e all’estero, in caso di positività al Covid.
A cura di Biagio Chiariello
445 CONDIVISIONI

È arrivato il periodo delle vacanze per molti. Diversi sono gli italiani che hanno prenotato le ferie all'estero, ma la paura di risultare positivi al Covid mentre si è fuori resta alta. Le regole variano di Paese in Paese, anche all’interno dell’Unione Europea, e riguardano soprattutto i tempi di isolamento, i luoghi dove questo va osservato ed eventualmente i costi da sostenere.

A seguire la lista delle nazioni più gettonate dai turisti. Va però sottolineato che dal momento che la situazione è in continua evoluzione, è utile consultare la scheda della propria destinazione su ViaggiareSicuri per eventuali aggiornamenti. Sul sito web dell'Unione europea https://reopen.europa.eu è possibile trovare informazioni più specifiche su ciascun Paese.

Italia

Un turista che risulta positivo nel nostro Paese deve rimanere in isolamento: è obbligatorio, per almeno per 7 giorni. Dunque, se il tampone rivela il contagio ci si deve fermare, nella struttura che ospita il malato, a proprie spese, fino a un test negativo, anche da asintomatici. Chiaramente il discorso vale anche per i residenti in Italia: se sono in vacanza in Toscana, ma abito a Benevento sono comunque costretto ad aspettare un tampone negativo in un b&b, un hotel, eccetera.

Spagna

In Spagna ci si può mettere in viaggio e tornare a casa anche da positivi. Per salire su aerei, treni, navi o bus non è necessario il Green Pass.

Portogallo

Nessun obbligo di presentare Green pass o certificazione Ue rilasciati da test negativo, guarigione o vaccinazione. Perciò, esattamente come in Spagna, non è imposto nessun limite.

Francia

In questo caso è previsto l’isolamento a spese del turista e isolamento obbligatorio per 7 giorni. È uno dei pochi Paesi europei in cui per entrare serve ancora il Green Pass se si è vaccinati con ciclo completo o un test negativo se non si è vaccinati.

Grecia

In Grecia, se si risulta positivi, è previsto l’isolamento obbligatorio almeno per cinque giorni. Il turista dovrà trovare una struttura dove osservare la quarantena. Nel caso in cui la febbre persista senza altri sintomi, è obbligatorio prolungare il proprio periodo di isolamento fino alla negatività.

Regno Unito

Nel Regno Unito i positivi possono però circolare liberamente. Per chi risulta contagiato mentre è a Londra dunque nessun problema; si è liberi di stare in hotel come di uscire così come di ripartire quando programmato.

USA

Se ci si ammala negli Stati Uniti sono previsti cinque giorni di isolamento a proprie spese. E va ricordato che chi viaggio verso gli States, sia per svago o per lavoro, deve essere vaccinato.

445 CONDIVISIONI
Quarantena con terza dose per positivi e contatti stretti: le regole aggiornate a ottobre 2022
Quarantena con terza dose per positivi e contatti stretti: le regole aggiornate a ottobre 2022
Inizio scuola 2022/23 senza Dad e mascherine: le regole Covid e quando si va in quarantena
Inizio scuola 2022/23 senza Dad e mascherine: le regole Covid e quando si va in quarantena
Concorsone Asia, candidati anche dall'estero e dal Nord Italia per fare lo spazzino a Napoli
Concorsone Asia, candidati anche dall'estero e dal Nord Italia per fare lo spazzino a Napoli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni