Un forte terremoto di magnitudo 4.5 ha scosso la San Francisco Bay Area, in California, lunedì notte, suscitando tra i residenti ansia per l'atteso sisma noto come "The Big One". Il National Geological Survey (USGS) ha riferito che la terra ha tremato alle 22:33, l'epicentro localizzato a meno di un miglio dalla città di Pleasant Hill, ad una profondità di 14 chilometri.

La scossa è stata avvertita anche ad Oakland e San Jose, ma l'ondata sismica più violenta è stata segnalata nelle città ad est della baia di San Francisco. Al momento le autorità locali non segnalano danni o feriti. L'USGS ha riferito che il movimento tellurico è stato preceduto da un altro terremoto di magnitudo 2.5, 10 minuti prima nella stessa area.

Il National Weather Service (NWS) ha assicurato che il sisma non ha causato un allarme tsunami. Da parte sua, il sistema di trasporto BART ha informato attraverso il proprio account Twitter ufficiale che il terremoto è stato avvertito dai propri sensori e che i treni stanno funzionando a velocità ridotta in attesa che gli esperti finiscano di ispezionare i binari per eventuali danni.