Il riscaldamento globale ha raggiunto nuovi picchi storici mai toccati prima e il pianeta Terra ormai continua a riscaldarsi a un ritmo impressionante. L'ennesima prova arriva dalle temperature raggiunte in questo inverno e dal  confronto con le serie storiche e le temperature registrate nel corso dei decenni che indicano quello appena trascorso come il gennaio più caldo di sempre. Ad annunciarlo giovedì è stata la National Oceanic and Atmospher Administration, l'agenzia federale statunitense che si interessa di oceanografia, meteorologia e climatologia. Confrontando i dati raccolti a gennaio, infatti, secondo l'ente americano, quello appena trascorso è stato il 44esimo gennaio consecutivo e il 421esimo mese consecutivo con temperature superiori alla media del ventesimo secolo.

Secondo il NOAA, nell'ultimo anno la temperatura media della terra e degli oceani è stata la più alta da quando sono state avvisate le rilevazioni e cioè da ben 141 anni superando quella precedente di ben 12 gradi centigradi. Il mese scorso ha superato come caldo anche il gennaio 2016, che in precedenza deteneva il record per il mese di gennaio più caldo di sempre. Stiamo parlano si una piccola differenza di soli 0,02 gradi ma a preoccupare gli esperti è soprattutto il ritmo con cui queste temperature sono aumentate e che sembrano ormai fuori controlli: i record infatti si concentrano proprio negli ultimi anni. Nel dettaglio, i quattro gennaio più caldi sono stati registrati dal 2016 in poi e i 10 gennaio più caldi sono quelli dal 2002 in poi.

A subire le conseguenze peggiori di questo gennaio anomalo sono state le regioni dove solitamente il freddo è molto intenso in questo periodo dell'anno come la Russia, il Canada orientale e i Paesi scandinavi. In alcune di queste aree la temperatura media è salita anche di 5 gradi centigradi. Una delle conseguenze peggiori di questo caldo record è la riduzione dei ghiacciai artici che sembra inarrestabile. In Antartide domenica scorsa ad esempio è stata registrata per la prima volta una temperatura superiore ai 20°C. Secondo il NOAA, sulla base di analisi statistiche, il 2020 potrebbe essere tra i cinque anni più caldi mai registrati.