Una teenager transgender è stata violentata da tre uomini durante "la sua prima notte da donna". A confermare la notizia è la polizia belga. La giovane era con due amici al club gay Red & Blue di Anversa il 22 giugno dell'anno scorso, dove sarebbe stata molestata da un uomo di 34 anni. Quando è uscita per prendere un po’ di aria fresca, il presunto aggressore insieme ad altri due uomini, di 24 e 25 anni, l’avrebbe inseguita e messa su una taxi. A quel punto, il sospetto di 24 anni avrebbe iniziato a palpeggiarla. L'adolescente, che ha detto di aver cercato di costringerlo a togliere la mano senza riuscirci, è stata portata in un appartamento nel distretto di Deurne, nella stessa città belga, dove è stata violentata a turno dai tre uomini, secondo i media locali.

La vittima è riuscita a scappare solo dopo aver morso uno degli uomini sul pene. L'avvocato della vittima ha dichiarato: "La mia cliente è transgender. Quella notte era la prima volta che usciva di casa da donna. Questo aspetto rende i fatti ancora più gravi”. Il legale ha chiesto un risarcimento di circa 8mila euro per dai tre presunti colpevoli. Nel frattempo, i pubblici ministeri hanno chiesto condanne a sei anni di prigione per i tre sospettati. Gli uomini inizialmente avrebbero detto ai poliziotti che quel giorno non si trovavano nel club Red & Blue e di non aver mai avuto contatti con la vittima, per poi cambiare la propria versione dopo che la polizia ha trovato tracce del loro DNA sul corpo della giovane, secondo i rapporti .

L'avvocato del 34enne ha detto: "Il mio cliente non nega gli atti sessuali, ma il fatto che si siano verificati contro la volontà della vittima”. Anche gli altri due sospetti hanno negato di aver violentato l'adolescente, dicendo che il sesso era consensuale. Il trio tornerà in tribunale l'11 luglio per il processo.