5.554 CONDIVISIONI
23 Maggio 2017
10:42

Attentato Manchester: Georgina, 18 anni, è la prima vittima. Scriveva: “Sono così emozionata”

Domenica sera su Twitter aveva scritto: “Domani si va al concerto di Ariana Grande, non vedo l’ora!”. Georgina è la prima vittima accertata del kamikaze che si è fatto esplodere alla Manchester Arena provocando la morte di oltre venti persone.
A cura di Biagio Chiariello
5.554 CONDIVISIONI

Georgina Callander è la prima vittima accertata dell'attacco terroristico di Manchester. Solo 24 ore prima dell’attentato avvenuto durante il concerto di Ariana Grande, la 18enne aveva pubblicato un tweet nel quale manifestava tutta la sua frenesia  per l’evento imminente: “Domani concerto, sono così eccitata!”. Già numerosi i post su Facebook e su gli altri social coi quali gli amici rendono omaggio alla giovanissima: "Riposa in pace Gina. Ti voglio incredibilmente bene, meritavi tutto il mondo e altro ancora. Sono così fortunata ad averti conosciuta". La 18enne è stata descritta da un amico come "una bella ragazza con il cuore e l'anima gentili, mi mancherai per sempre, ma ora puoi riposare in un posto migliore di questo”.

Un’altra amica ha ricordato Georgina con queste parole: "Sono scossa. Una notte meravigliosa è finita in modo orrendo, nessuno dovrebbe mai preoccuparsi quando va ad un concerto, dovrebbe essere tutto sempre sicuro". Ha aggiunto: "Il mio cuore va a tutti coloro che hanno perso i loro amici e qualcuno della famiglia la notte scorsa. Ti amo così tanto Gina, hai sempre illuminato la stanza (i nostri gruppi sui social) e siamo stati tutti fortunati ad avere un’amica come te".

5.554 CONDIVISIONI
Attentati e sabotaggi in Russia, così l'Ucraina sta provando a vincere la guerra
Attentati e sabotaggi in Russia, così l'Ucraina sta provando a vincere la guerra
Kabul, nuovo attentato in una moschea: almeno 50 morti e 20 feriti. Tra le vittime anche bambini
Kabul, nuovo attentato in una moschea: almeno 50 morti e 20 feriti. Tra le vittime anche bambini
"Lo Stato mi aiuti a morire", l'appello per il suicidio assistito di Fabio, immobilizzato da 18 anni
"Lo Stato mi aiuti a morire", l'appello per il suicidio assistito di Fabio, immobilizzato da 18 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni