in evidenza 23 maggio 07:55 Attentato di Manchester: cosa sappiano fino ad ora

Nella serata di lunedì intorno alle 22.30 una violenta esplosione ha squassato la Manchester Arena, uno dei palazzetti più grandi d'Europa, dove da pochissimo si era concluso il concerto della cantante Ariana Grande. A terra sono rimaste decine di persone, in gran parte giovanissimi che avevano assistito all'evento musicale, mentre tutti gli altri si sono dati alla fuga nel panico. La polizia ha confermato che ci sono 22 morti e circa 120 feriti.

 

L'esplosione è avvenuta subito dopo la fine del concerto nei pressi dell'uscita della struttura, nella zona delle biglietterie. La polizia e la stessa premier May hanno confermato che si tratta di un attacco terroristico messo in atto da un kamikaze: in serata è stato comunicato che il sospetto attentatore è Salman Abedi, cittadino britannico con genitori di origine libica.

Nella giornata di martedì, con un comunicato online, l'Isis ha rivendicato l'attentato esultando al successo di "un soldato del califfato che ha fatto esplodere una bomba tra la folla" a Manchester e minacciando nuovi attacchi suicidi.

Tra i morti ci sono purtroppo anche alcuni bambini la cui presenza era massiccia al concerto di Ariana Grande. La prima vittima accertata è la 18enne Georgina Callander, ma all'appello mancano ancora diverse persone considerate disperse . La cantante invece sta bene e non è stata coinvolta nell'esplosione, ma si è detta turbata per l'accaduto e per il momento ha rinunciato ai prossimi concerti in programma nel Paese. "Sono distrutta. Mi dispiace tanto. Non ho parole", è stato il commento della pop star.

"Stiamo lavorando per determinare a pieno le dinamiche di quello che è considerato dalla polizia un'orribile attentato terroristico" ha detto la premier inglese Theresa May, che ha convocato per questa mattina il comitato per la Sicurezza "Cobra" e ha poi sospeso la campagna elettorale del partito conservatore in vista delle elezioni del prossimo mese. Stessa misura hanno annunciato anche gli altri leader politici sospendendo di fatto la campagna elettorale.

23 maggio 22:55 Theresa May: “Possibile il coinvolgimento di più persone nell’attacco”

Secondo il primo ministro britannico Theresa May è "possibile che ci sia un più ampio gruppo di individui" all'origine dell'attentato terroristico che ieri sera a Manchester ha ucciso 22 persone. L'ipotesi, dunque, è quella che non si sia trattato di un "cane sciolto" bensì di un'operazione pianificata nel dettaglio da un'organizzazione terroristica. La premier ha anche aggiunto che in seguito all'attacco verrà innalzato il livello di allerta terrorismo in tutto il paese e comunicato l'avvia dell'Operation Tempora, ovvero di un importante impegno anche da parte di uomini dell'esercito che presidieranno costantemente i luoghi pubblici più affollati.

23 maggio 22:48 Salman Abedi si era recato in Libia di recente

Come è stato riferito dalle autorità inglesi  Salman Abedi era nato a Manchester da genitori rifugiati di nazionalità libica. E proprio nel paese nordafricano, da anni ormai alle prese con una guerra civile che sembra non avere fine, il 23enne si sarebbe recato anche di recente in almeno due occasioni: viaggi che, secondo gli inquirenti, potrebbero essere la dimostrazione di contatti avuti con ambienti dell’estremismo islamico. Questo aspetto della vita dell’attentatore sarà sicuramente oggetto di un'inchiesta approfondita. Un altro particolare emerge dai primi accertamenti medico legali sul cadavere di Abedi: il volto era ancora riconoscibile segno che con ogni probabilità l’esplosione lo ha investito all’altezza del torace e delle gambe.

23 maggio 18:57 La polizia conferma: “L’attentatore si chiamava Salman Abedi”

Ian Hopkins, capo della polizia di Manchester, ha confermato in conferenza stampa che il sospetto attentatore è Salman Abedi, 23 anni. Il nome del giovane circolava da ore. "Ora la nostra priorità è sapere se ha agito da solo oppure se era parte di una più ampia rete di terroristi".

23 maggio 18:07 Incendiata la porta di una moschea di Manchester. La polizia: “Possibile ritorsione”

Una moschea a Oldham, nella periferia di Manchester, è stata attaccata da ignoti che hanno dato fuoco alla porta: lo riportano alcuni media britannici, aggiungendo che la polizia sta indagando sull'episodio come un probabile crimine di odio collegato alla strage alla Manchester Arena di ieri sera.

23 maggio 17:35 I cittadini di Manchester donano panini e bibite ai medici eroi

Il Royal Manchester Children's Hospital, la struttura che ospita la gran parte dei feriti dell'attentato, ha pubblicato sul suo profilo twitter le fotografie delle scatole di cibo donate dai cittadini per aiutare il personale medico e infermieristico impegnato in queste ore in un lavoro estenuante: le persone hanno regalato patate fritte, panini, bibite e dolci. L'ospedale ha twittato: "Siamo sopraffatti dai doni, vi ringraziamo".

23 maggio 17:14 Media: “L’attentatore si chiamava Salman Abedi”

Secondo la Cbs e altri media l'attentatore che si è fatto saltare in aria alla Manchester Arena si chiamava Salman Abedi, aveva 23 anni ed era noto alle autorità britanniche. Non ci sono tuttavia al momento conferme ufficiali.

23 maggio 16:53 Sale a 120 il bilancio dei feriti

Sono almeno 120 le persone rimaste ferite nell'attentato alla Manchester Arena. Lo hanno reso i servizi di soccorso, come riporta il Manchester Evening News, raddoppiando la prima stima effettuata, che era di 59 feriti. Il capo del North West Ambulance Service Derek Cartwright ha specificato che "59 persone sono state portate in ospedale, molte delle quali versano in condizioni gravi, mentre circa 60 sono stati sottoposti a cure sul posto".

23 maggio 15:35 Manchester, polizia: “Due operazioni nel sud della città”

All'indomani dell'attentato terroristico alla Manchester Arena due operazioni sono in corso nel sud della città inglese, nelle zone di Whalley Range e Fallowfield, in connessione con l'attacco di ieri sera. Ne dà notizia la polizia, spiegando che è stata condotta anche una esplosione controllata a Fallowfield.

23 maggio 15:20 Media inglesi: “L’attentatore era già noto alla polizia”

Stando a quanto riferiscono alcuni media britannici l'attentatore della Manchester Arena sarebbe stato un uomo da tempo noto alle forze dell'ordine. Sempre secondo gli esperti l'autore della strage sarebbe stato un individuo altamente formato e non un soggetto che ha trovato, attraverso ricerche sul web, il modo più efficace per far esplodere una bomba artigianale.

23 maggio 14:27 #RoomforManchester, i residenti di Manchester offrono riparo alle persone bloccate

È stata grande la generosità dei cittadini di Manchester nelle ore immediatamente successive a quanto avvenuto al concerto di Ariana Grande  con il sanguinoso attentato suicida. A centinaia infatti hanno offerto riparo alle persone in strada aprendo le porte di case, negozi e locali e rifocillando e tenendo al sicuro i ragazzi, spesso in preda al panico. Attraverso twitter è nato spontaneamente l'hashtag #RoomforManchester per offrire un posto dove soggiornare per chi è rimasto bloccato dopo l'esplosione

In città infatti dopo l'allarme molti treni sono stati annullati e i trasporti sono congestionati e quindi le persone non hanno un posto dove andare. Molti hotel della città hanno offerto ai ragazzini senza accompagnatori camere libere, mentre i tassisti hanno offerto corse libere per ore. Online per ore anche privati cittadini si sono offerti di ospitare le persone in strada dando indicazioni sulle loro abitazioni.

23 maggio 13:56 Attentato Manchester, l’Isis rivendica l’attacco terroristico

L'attacco terroristico di Manchester che ha ucciso 22 persone è stato rivendicato dall'Isis poco fa. Il sedicente stato islamico ha rivendicato l'attentato kamikaze attraverso il suo organo di propaganda, l'agenzia di stampa Amaq.  La nota è stata diffusa  attraverso i canali social di cui il gruppo si serve spesso per affermare la paternità degli attacchi e i successi di atti terroristici nel mondo. Secondo quanto rivela "Site", il sito che monitora l'attività dello Stato islamico in rete, nel comunicato di rivendicazione si precisa che "un soldato del califfato ha fatto esplodere una bomba tra la folla" a un concerto a Manchester e si minacciano altri attentati imminenti in Gran Bretagna e in Europa .

23 maggio 13:26 La Regina Elisabetta esprime cordoglio per le vittime

"Tutta la nazione è rimasta scioccata da quanto accadutola scorsa notte a Manchester con tante vittime e feriti , adulti e bambini, che stavano solo godendosi un concerto" così la Regina Elisabetta ha espresso il suo cordoglio alle vittime dell'attentato terroristico all'Arena di Manchester. "So che parlo a nome di tutta la nazione esprimendo il  mio più profondo cordoglio  tutti coloro che sono stati colpiti da questo terribile evento e soprattutto alle famiglie e agli amici di coloro che sono morti o feriti" ha aggiunto la Regina in un comunicato ufficiale, aggiungendo: "Voglio ringraziare tutti i membri dei servizi di emergenza, che hanno risposto con professionalità e cura. E vorrei esprimere la mia ammirazione per il modo in cui la gente di Manchester ha risposto, con umanità e compassione, a questo atto di barbarie"

23 maggio 13:14 Il Centro commerciale riaperto dopo l’evacuazione

Il Centro commerciale Arndale di Manchester è stato riaperto al pubblico dopo l'improvvisa evacuazione da parte della polizia che aveva fatto temere un altro attentato. L'evacuazione ha portato a scene di panico con persone che scappavano correndo in tutte le direzioni. Dopo l'allarme si è viste un'ambulanza che lasciava il centro e un uomo portato via in manette dal polizia . L'arresto per non sarebbe in relazione con l'attacco di ieri sera

23 maggio 12:59 Un 23enne arrestato per l’attentato a Manchester

La polizia britannica ha arrestato un uomo in conesioen con l'attacco terroristico di lunedì sera all'Arena di Manchester. Lo ha annunciato la la Greater Manchester Police. Si tratterebbe di un ragazzo di 23 anni fermato a South Manchester. Il fermo è scattato a Chorlton near nei pressi di un negozio. La polizia sta proseguendo le indagini e non sono esclusi altri blitz nel prossime ore. Un altro uomo è stato arrestato durante un blitz in centro commerciale della città evacuato dalla polizia ma il fermo in questo caso non sarebbe collegato all'attentato di lunedì

23 maggio 12:36 Sentito forte boato in un centro commerciale a Manchester: evacuato

 

Allarme attentato a Manchester dopo quanto accaduto lunedì sera all'Arena. Un centro commerciale cittadino è stato evacuato poco fa dopo un forte boato. Sul posto è accorsa la polizia e tra la folla è scattato immediatamente il panico con un fuggi fuggi generale. La struttura è il Manchester Arndale centre dove la polizia è accorsa in massa chiedendo alle persone di allontanarsi in fretta. Un giornalista della BBC che si trovava sul posto ha spiegato che la polizia non ha detto quale sia la natura della minaccia ma che un testimone ha dichiarato di aver sentito dei colpi mentre altri testimoni parlano di un arresto. Secondo alcuni media locali, sul posto son accorsi gli artificieri per un sospetto pacco bomba.

23 maggio 12:17 I testimoni terrorizzati: “La gente perdeva scarpe, era difficile scappare”

 

23 maggio 12:17 La premier May: “Attacco codardo contro giovani che non si possono difendere”

 

"Si tratta di un attacco codardo messo in atto contro giovani che non si possono difendere", così la Premier inglese Theresa May ha commentato il sanguinoso attentato terroristico di Manchester, definito "uno dei peggiori attacchi terroristici della storia della Grna Bretagna e il peggiore della storia di Manchester". "Hanno scelto il posto per fare il massimo numero di morti, all’uscita del concerto, dove c’erano famiglie e bambini" ha aggiunto la leader confermando 22 morti e 59 feriti e spiegando che tra i morti ci sono tanti bambini.

"La polizia sa l’identità del kamikaze ma non può essere confermata" ha spiegato May, aggiungendo: "Stiamo capendo se era un lupo solitario o parte di una cellula". "Ci sono ancora dei dispersi, pensate a queste persone, se avete informazioni contattate la polizia" ha proseguito la Premier confermando che l'allarme terrorismo è ancora i corso e che la campagna elettorale resta sospesa

23 maggio 11:21 Una mamma sopravvissuta: “Ero con mia figlia quando c’è stata l’esplosione”

 

23 maggio 11:13 A Roma riunione d’emergenza del comitato antiterrorismo

Convocazione d’urgenza del Comitato antiterrorismo questa mattina a Roma per fare il punto della situazione sulle misure di sicurezza in vista di importanti appuntamenti in Italia dopo quanto accaduto in Gran Bretagna.  La decisione è stata presa dal ministro dell’Interno Marco Minniti a poche ore dall’arrivo in Italia del presidente statunitense Donald Trump e a tre giorni dall’inizio del vertice G7 a Taormina. Nel corso della riunione, fissata al Viminale per le 15, saranno riviste le disposizioni già in atto, e stabiliti eventuali nuovi provvedimenti

23 maggio 11:05 Allarme bomba sul volo Dubai-Londra, aereo evacuato

Dopo quanto accaduto a Manchester è allarme massimo per il rischio attentati. Un aereo passeggeri che doveva partire dall'aeroporto di Dubai  diretto all'aeroporto Heathrow di Londra  è stato immediatamente bloccato ed evacuato a causa di un allarme bomba prima della partenza. Ne dà notizia il sito del britannico Daily Mail, che cita un portavoce della compagnia Virgin secondo cui è stato condotto un ulteriore controllo di sicurezza sui passeggeri.

23 maggio 11:02 Merkel: “Dolore e orrore per l’attentato”

"Dolore e orrore" per l'attentato di Manchester è stato  espresso dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel. "Non è neanche immaginabile che qualcuno possa usare un'occasione di felicità come un concerto pop per uccidere o ferire gravemente così tante persone", ha proseguito Merkel, esprimendo le proprie condoglianze alle vittime e ai famigliari ."Questo attentato terroristico non farà che rafforzare la nostra determinazione a lottare, assieme ai nostri amici britannici, contro coloro che progettano e commettono questi atti disumani"ha sottolineato Merkel , aggiungendo: "Il popolo britannico può esserne certo, la Germania sarà al vostro fianco.

23 maggio 10:52 Rientrato allarme alla stazione Victoria Londra

E' fortunatamente rientrato senza altre conseguenze l'allarme bomba scattato questa mattina alla stazione degli autobus di Victoria a Londra. La stazione era stata evacuata un pacco sospetto lasciato incustodito nei pressi dei mezzi pubblici. La polizia ha circondato l'area e son intervenuti gli artificieri ma nel pacco non è stato trovato nulla di pericoloso. Lo ha confermato  Scotland Yard su Twitter

23 maggio 10:48 Trump: “Giovani uccisi da malvagi perdenti”

"I giovani di Manchester sono stati assassinati da malvagi perdenti" così il presidente Usa Donald Trump ha commentato quanto accaduto lunedì al concerto di Ariana Grande dove un attentatore suicida ha fatto un strage di ragazzini. "Non li chiamerò mostri perché vorrebbero quel termine, penserebbero che sia un grande nome. Li chiamerò, da ora in poi, perdenti, perché è quello che sono. La nostra società non può avere tolleranza per questo continuo spargimento di sangue. Questa ideologia malvagia deve essere completamente annullata. Gli assassini devono essere sradicati per sempre dalla nostra società" ha proseguito Trump parlando da Isreale dove si trova in visita ufficiale .

23 maggio 10:43 La prima vittima accertata è la 16enne Georgina Callander

È  la 16enne Georgina Callander la prima vittima accertata nell'attacco terroristico di Manchester. A darne notizia su twitter, amici e parenti che hanno ricordano come una ragazzina brillante e sempre sorridente come la si vede in alcune foto. Domenica scorsa aveva twittato di essere "così eccitata" di poter finalmente partecipare al concerti di Ariana Grande dove purtroppo però lunedì sera ha trovato la morte per mano di un attentatore suicida

23 maggio 10:33 La grande generosità della città alle persone in fuga, porte aperte e viveri gratis

Grandi gesti di solidarietà nelle ore immediatamente successive all'attentato a Manchester dove gli hotel e le altre strutture ricettive hanno aperto le porte alle persona n fuga che non sapevano dove andare, e i taxi che hanno offerto corse gratuite agli scampati alla strage dell'arena. Anche i venditori ambulanti di magliette hanno offerto quanto avevano di vestiario alle persone in fuga  in gesti di altruismo sottolineati a decine sui social. Anche molti locali e bar della zona sono rimasti aperti per offrire bevande calde gratuite e rifugio a chiunque si trovasse sul posto, mentre decine di volontari son immediatissime scesi in strada per prestare assistenza alle persone colpite .

23 maggio 10:25 Polizia chiede ai cittadini foto e video dell’attentato

La sezione antiterrorismo della polizia britannica ha lanciato un appello a tutti i cittadini che abbiano girato video e foto del'accaduto a Manchester a consegnarli alle autorità locali o alle forze dell'ordine nazionali. "Se hai assistito all'esplosione di Manchester Arena e hai immagini o video, ti preghiamo di aiutare l'inchiesta" ha scritto la polizia in un messaggio diffuso attraverso i canali social

23 maggio 10:18 Putin: “Condanniamo questo crimine cinico e inumano”

"Condanniamo questo crimine cinico e inumano", così il Presidente russo Vladimir Putin ha commentato la notizia di quanto accaduto nelle scorse ore a Manchester. I media di Mosca dichiarano che il presidente russo ha inviato direttamente un messaggio di condoglianza alla premier britannica Theresa May in cui esprime la totale condanna per l'atto terroristico. "Speriamo che i responsabili non sfuggano alla punizione che meritano", ha aggiunto nel messaggio Putin. Secondo l'agenzia di stampa RIA Novosti, il presidente russo infine avrebbe detto che la Russia è pronta a rafforzare la cooperazione con il Regno Unito nella lotta contro il terrorismo.

23 maggio 10:15 Renzi: “Ciò che è accaduto a Manchester spezza il cuore”

"Seminare la morte in un concerto, tra giovanissimi, mentre dovrebbe regnare la musica. Ciò che è accaduto a Manchester spezza il cuore" così il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, ha ricordato quanto accaduto lunedì sera a Manchester conl astrage al concerto di Ariana Grande. "Una preghiera e un pensiero per le vittime e per quei genitori, per quelle famiglie devastate da un dolore che inizia oggi e non avrà più fine" ha scritto Renzi su  Facebook

23 maggio 09:46 Il punto in cui il kamikaze si è fatto saltare in aria

Come confermato dalla polizia locale, a Manchester è entrato in azione un attentatore suicida che si è fatto saltare in aria con l'esplosivo che aveva con sé poco dopo la conclusione del concerto di Ariana Grande, mentre i primi spettatori si apprestavano ad uscire. Il kamikaze infatti ha fatto detonare la bomba nei pressi della biglietteria dell'Arena, una delle più grandi strutture del suo genere in Europa.

23 maggio 09:24 Attentato a Manchester, il cerchietto con le orecchie diventa simbolo del lutto

Il cerchietto con le orecchie, accessorio molto amato dalla popstar Ariana Grande, che lo indossa anche nella foto di copertina del suo ultimo album e richiamato anche su magliette e manifesti, sta diventando in queste ore il simbolo del lutto per le vittime dell'attentato alla Manchester Arena. Sui social infatti è  stato trasformato in un nastro nero, simbolo del lutto per quanto accaduto in Inghilterra.

23 maggio 09:18 Genitori nel panico usano i social media per trovare i figli dispersi

Nelle ore immediatamente successive all'attentato di Manchester, centinaia di genitori e parenti dei ragazzi presenti all'Arena per il concerto di Ariana Grande si sono rivolti ai social chiedendo notizie dei loro figli, in gran parte giovanissimi. Secondo i media locali, infatti nel fuggi fuggi generale molti teenager si son allontanati in preda al panico senza una meta precisa, disperdendosi nei dintorni del centro e facendo preoccupare i genitori che non riuscivano a mettersi in contatto con loro. Più di 50 bambini che hanno lasciato lo stadio da soli sono stati portati poi in un vicino hotel dalla polizia.

Migliaia di utenti dei social media hanno iniziato a utilizzare l'hashtag #ManchesterMissing per far circolare le immagini delle persone che mancano all'appello con richieste di rintracciarli. La polizia di Manchester ha istituito anche un numero di emergenza – 0161 856 9400 – per coloro che sono preoccupati per i propri cari che erano al concerto o per chiunque sia stato segnalato in zona al momento della strage.

23 maggio 09:07 Allarme anche a Londra: pacco sospetto a Victoria Station, chiusa

Tensione altissima questa mattina anche a Londra, dove la polizia ha chiuso ed evacuato una delle più importanti stazioni della città, Victoria Station. Secondo le autorità, sarebbe stato ritrovato un pacco sospetto. Lo riporta la Bbc. Chiuse anche le vie limitrofe a Buckingham Palace, poco distante.

Seguono aggiornamenti.

23 maggio 09:04 Ragazzi hanno scavalcato le recinzioni per scappare dall’attentatore

 

23 maggio 08:30 Attentato Manchester, Polizia: “Attacco kamikaze, tra i morti anche bambini”

È stato un attacco terroristico quello che si è verificato al concerto di Ariana Grande a Manchester, un attentato suicida messo in opera da un kamikaze. Lo ha annunciato il capo della polizia locale Ian Hopkins, citato dalla Bbc. "Il terrorista è morto sulla scena dopo aver attivato l'esplosivo", ha spiegato Hopkins, aggiungendo che gli inquirenti ora stanno cercando di capire se l'uomo abbia agito da solo o meno. Lo stesso capo della polizia ha confermato anche che ci sono diversi bambini tra le vittime, anche se non ha fornito dettagli su età e identità.

"Stiamo trattando il caso come un attacco  terroristico e crediamo che l'attentato della notte scorsa sia stato condotto da un uomo ma la priorità ora è stabilire se stava agendo da solo o come parte di una rete. Posso confermare che l'attentatore è morto all'Arena. Noi crediamo che stesse trasportando un dispositivo esplosivo improvvisato, che poi è detonato causando questa atrocità. Chiediamo alle persone di non speculare sui particolari o condividere nomi. C'è un'inchiesta complessa e ampia. La nostra priorità è lavorare con la National Counter Terrorist Policing Network e i servizi di intelligence per stabilire ulteriori dettagli sull'individuo che ha condotto questo attacco", ha concluso Hopkins.

23 maggio 08:23 Siti jihadisti festeggiano l’attentato a Manchester

Diversi siti vicini all'universo jihadista e all'Isis in queste ore hanno lanciato proclami inneggianti all'attentato compiuto nella notte a Manchester. Lo riporta Site, il sito che monitora l'attività dello Stato islamico in rete, sottolineando però che si tratta di post di rallegramenti ma che nessuna sigla in questo momento ha ancora rivendicato l'attacco.

23 maggio 08:17 Bilancio delle vittime sale a 22 morti

P

Come si temeva, il bilancio del vittime dell'attentato al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena si è aggravato nelle ultime ore. Come informano i media locali citando fonti di polizia, i morti sono saliti ora a 22 dopo il decesso di alcuni dei feriti più gravi ricoverati negli ospedali della zona.

23 maggio 08:13 Farnesina: “Al lavoro per accertare presenza di italiani”

Anche l'Unità di crisi della Farnesina e l'Ambasciata d'Italia a Londra "sono in stretto contatto con le autorità inglesi per verificare l'eventuale presenza di italiani e prestare ogni possibile assistenza ai connazionali presenti nel Regno Unito in relazione all'esplosione avvenuta a Manchester questa notte", lo rendono noto in una nota dal nostro ministero degli Esteri dopo quanto accaduto a Manchester.

23 maggio 08:03 Sospesa la campagna elettorale nel Regno Unito

Dopo la strage di lunedì sera a Manchester, la politica inglese ha espresso cordoglio e vicinanza alle vittime e ai loro familiari, annunciando la sospensione della campagna elettorale per le imminenti elezioni politiche che si svolgeranno l'8 giugno prossimo. Le prime parole sono arrivate dalla premier, Theresa May, che ha parlato di un attentato "orribile", seguita dal leader laburista, che ha annunciato la stessa decisione.

"È stato un atto barbarico, che ha preso di mira in modo deliberato le persone più vulnerabili della nostra società, ragazzi e bambini ad un concerto pop", ha dichiarato invece il ministro dell'Interno britannico, Amber Rudd, invitando la cittadinanza a "rimanere allerta, ma non allarmata", ed esortando chiunque "abbia qualcosa da riportare a rivolgersi alla polizia". Quello di Manchester è il peggiore attentato nel Regno Unito dal 7 luglio del 2005, quando a Londra una serie di esplosioni causate da attentatori suicidi provocarono 56 morti.

23 maggio 07:23 Attentato Manchester, premier May: “Attacco orribile”

 

È di nuovo terrore nel Regno Unito. Una violentissima esplosione avvenuta nelle serata di lunedì a Manchester, alla fine di un concerto di Ariana Grande, ha causato una strage tra i tanti teenager che affollavano la Manchester Arena, il palazzetto dove la cantante si era appena esibita. Dai numeri forniti dalla polizia inglese, ci sono almeno 22 morti e circa sessanta persone ferite, alcune ricoverate in gravi condizioni. La polizia locale e le autorità britanniche hanno confermato che si tratta di un attentato terroristico messo in atto da un kamikaze, anche se in precedenza alcuni media avevano parlato di una bomba artigianale fatta esplodere tra la folla.

L'allarme è scattato intorno alle 22:30 ora locale, la deflagrazione è avvenuta nella zona delle biglietterie, mentre gli spettatori stavano iniziando a lasciare l'area che è tra i palazzetti più grandi d'Europa con una capienza di circa 20mila persone. L'esplosione ha generato immediatamente panico tra le migliaia di persone che si trovavano in zona, seguita da un fuggi fuggi generale, come dimostrano i video diffusi online. All'inizio si è parlato anche di due esplosioni, ma poi la polizia ha assicurato che si è trattato di una sola deflagrazione. Pochi minuti dopo l'attacco, un secondo pacco sospetto è stato trovato poco distante ma si è trattato di un falso allarme.

"È un orribile attacco terroristico" ha dichiarato la premier britannica Theresa May annunciando la sospensione della campagna elettorale per le imminenti elezioni politiche nel Paese. Nella mattinata di martedì la stessa May presiederà il comitato britannico di emergenza per la sicurezza per fare il punto del situazione. "Il mio cuore è con le famiglie che hanno perso i loro cari. La mia ammirazione è per i nostri coraggiosi servizi di soccorso. Una notte terribile per la nostra grande città" ha commentato invece il sindaco di Manchester, Andy Burnham