271 CONDIVISIONI
23 Maggio 2017
17:13

Attentato Manchester: allarme lanciato ore prima su Twitter, ma non segnalato alla polizia

Alcuni tweet pubblicati sul social network da un utente, poi rimosso, avrebbero predetto la strage alla Manchester Arena. “Hai dimenticato la nostra minaccia? Questo è solo terrore”, si legge su un messaggio pubblicato quattro ore prima dell’attentato. Ma Twitter non ha segnalato nulla alla polizia.
A cura di Ida Artiaco
271 CONDIVISIONI
Soccorsi all’esterno della Manchester Arena (Getty).
Soccorsi all’esterno della Manchester Arena (Getty).

Mentre si contano ancora le vittime e i feriti del terribile attacco terroristico alla Manchester Arena del 22 maggio scorso, al termine del concerto di Ariana Grande, monta la polemica sulla possibilità o meno di evitare che si verificasse l'ennesima strage di innocenti. In particolare, come riporta il quotidiano locale Daily Mail, l'allarme per un eventuale attentato sarebbe stato lanciato almeno 4 ore prima del concerto della popstar americana su Twitter. Sarebbero, infatti, stati pubblicati alcuni post sul social network dei cinguettii in grado di prevedere la strage, ma i responsabili della piattaforma non li hanno né segnalati né passati alla polizia locale.

"Hai dimenticato la nostra minaccia? Questo è solo terrore", è stato scritto in un Tweet, apparso alle 18:34 di sabato pomeriggio, poche ore prima che l'attacco kamikaze, poi rivendicato dall'Isis, facesse più di 120 feriti e 22 morti, tra cui molti adolescenti e bambini. Poco prima, alle 18:24, lo stesso utente @owys663 aveva caricato una foto dello Stato Islamico, scrivendo una sola parola, preceduta dall'hashtag #manchesterarena. Potrebbe trattarsi dell'ennesima falsa notizia, creata ad arte con un fotomontaggio, ma intanto il profilo in questione è stato sospeso dal social network, aumentando i sospetti che possa essersi trattato di un jihadista.

Soltanto lo scorso anno, il colosso di San Francisco aveva eliminato più di 125mila account legati in qualche modo alla propaganda online dello Stato islamico, impegnandosi con le autorità anche a migliorare il proprio algoritmo per trovare e fermare eventuale "materiale inneggiante all'odio". Eppure, secondo la stampa inglese, proprio Twitter pare non abbia segnalato i contenuti che potevano in qualche modo impedire l'attentato alla Manchester Arena.

Nessun commento da parte del social network. Un rappresentante ha però dichiarato al Daily Mail che "la politica aziendale è quella di non commentare sui singoli account per motivi legati alla privacy e alla sicurezza. Ma cerchiamo sempre di sostenere il rispetto delle leggi secondo le nostre linee guida e faremo tutto il possibile per aiutare le indagini delle autorità britanniche per fare luce su quanto successo la scorsa notte dopo il concerto di Ariana Grande".

271 CONDIVISIONI
Funzionario di polizia suicida durante l'arresto per corruzione: si è lanciato dal sesto piano
Funzionario di polizia suicida durante l'arresto per corruzione: si è lanciato dal sesto piano
Allarme della polizia postale per il pupazzo Huggy Wuggy: "Genera ansie e paure nei bambini"
Allarme della polizia postale per il pupazzo Huggy Wuggy: "Genera ansie e paure nei bambini"
Uccide il fidanzato, gli taglia i genitali e ammazza l'amico: vaga in strada coperta di sangue
Uccide il fidanzato, gli taglia i genitali e ammazza l'amico: vaga in strada coperta di sangue
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni