8 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Assistente di volo nasconde cellulare in bagno e riprende i bambini, 14enne se ne accorge e lo fa arrestare

Una ragazzina di 14 anni ha fatto arrestare un assistente di volo dell’American Airlines che aveva nascosto il suo cellulare all’interno del bagno dell’aereo. Nel dispositivo elettronico dell’uomo, vi erano foto e video pedopornografici di bambini di 7, 9 e 11 anni.
A cura di Gabriella Mazzeo
8 CONDIVISIONI
Immagine

Un assistente di volo dell'American Airlines è stato arrestato con l'accusa di aver nascosto un cellulare nel bagno dell'aereo che da Charlotte a Boston. L'uomo è stato arrestato lo scorso settembre quando una ragazzina di 14 anni ha trovato il cellulare nel bagno dell'aereo e ha denunciato l'accaduto allo staff.

Il personale di volo ha poi avviato un'indagine interna e denunciato l'accaduto alle forze dell'ordine. Ested Carter Thompson III, 36 anni, è stato incriminato con l'accusa di tentato sfruttamento sessuale di minori e per possesso di materiale pedopornografico.

Secondo quanto riferisce il Daily Mail, l'FBI ha analizzato i dispositivi elettronici di Thompson e ha trovato i video da lui registrati nei bagni dell'aereo. Le vittime sono bambini di 7,9, 11 e 14 anni. Secondo quanto riferito dagli investigatori, tutto è iniziato il 2 settembre scorso quando una 14enne ha notato il cellulare in bagno, infilato tra la tavoletta e il gabinetto.

Una volta entrata nel bagno, la ragazza ha notato l'iPhone dell'assistente di volo, uscito poco prima dal gabinetto, nascosto sotto alcuni cartelli scritti a mano che avrebbero dovuto segnalare la seduta rotta.La 14enne ha avvertito immediatamente i genitori, ai quali ha raccontato quanto visto nel gabinetto. A quel punto, il capitano del volo ha allertato le forze dell'ordine. 

Dopo una prima perquisizione dello zaino dell'assistente Thompson, le forze dell'ordine hanno trovato 11 cartelli realizzati a mano da apporre nei bagni dell'aereo. La polizia ha poi trovato anche foto precedentemente scattate dal 36enne ai danni di bambini tra i 7 e gli 11 anni.

In particolare, la famiglia di una bimba di 9 anni fotografata dall'assistente di volo ha denunciato la compagnia aerea con l'accusa di aver coperto il comportamento di Thompson in quanto "avrebbe dovuto sapere che l'assistente di volo era un pericolo".

Secondo i legali dei genitori della piccola, però, l'American Airlines avrebbe "incolpato" la bambina per non essersi accorta del cellulare che la stava filmando.

8 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views