1.665 CONDIVISIONI
Cosa sappiamo sul Long Covid, gli effetti a lungo termine del Coronavirus
4 Gennaio 2023
11:10

A 12 anni è affetta da Long Covid: “Da 2 anni con un sondino per mangiare, rivoglio la mia vita”

La storia di Tillie Adams, bimba inglese di 12 anni, a cui è stato diagnostico il Long Covid e che da due anni vive con un sondino per alimentarsi dopo che il suo peso è crollato sotto i sei chili: “Rivoglio la mia vecchia vita”.
A cura di Ida Artiaco
1.665 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Cosa sappiamo sul Long Covid, gli effetti a lungo termine del Coronavirus

Da due anni vive con un sondino per potersi alimentare, dopo che il suo peso è sceso sotto i sei chili. Esattamente da quando ha avuto il Covid. Per questo, Tillie Adams, bimba inglese di soli 12 anni, ha aperto una pagina Instagram per raccontare al mondo come ci si senta a vivere con il Long Covid, la sindrome caratterizzata dalla presenza di alcuni sintomi legati all’infezione da Sars-CoV-2, che insorgono o persistono anche per settimane o mesi dopo la guarigione.

"Rivoglio la mia vecchia vita, sono molto arrabbiata", ha detto intervistata dal quotidiano inglese The Mirror. Tillie è uno degli 87mila bambini che combattono gli effetti a lungo termine del Covid. "È difficile per me perché sto cercando di imparare che non posso fare tutto quello che facevo prima. Non pensavo che sarebbe durato così a lungo, pensavo che sarebbe durato solo un paio di mesi", ha aggiunto la ragazzina.

Il calvario di Tillie, che vive a Hoxton, ad Est di Londra, è cominciato a dicembre del 2020, dopo essere risultata positiva al Coronavirus. Le sue condizioni sono peggiorate rapidamente nelle settimane successive.

Ha trascorso 15 giorni in ospedale, durante i quali i medici hanno cercato disperatamente di capire cosa non andasse. Alla fine è arrivata la diagnosi di Long Covid e dalla scorsa estate si alimenta con un sondino. Anche se può mangiare piccoli pasti, questo le provoca dolore cronico. Ha inoltre forti mal di testa e difficoltà a dormire.

Sua madre Kelly, 44 anni, ha detto che la figlia è una "bambina diversa" rispetto al periodo precedente la malattia. "Inizialmente avrebbe dovuto avere il tubo solo per sei settimane – ha aggiunto -. Chiedo sempre ai medici quando potrà tornare come prima e loro mi rispondono che non si sa quanto tempo ci vorrà prima che si riprenda. Non hanno risposte, anche loro stanno imparando".

Tillie ha dovuto ridurre la sua presenza a scuola, da cinque a tre giorni. Quando non va in classe fa lezioni di matematica, inglese e scienze a casa. "Se parliamo con le persone, sono scioccate dal fatto che abbia avuto questo a causa di Covid. Ma stava bene prima di tutto questo", ha concluso la mamma, che ha detto che spera che la figlia possa tornare a tempo pieno a scuola entro Pasqua. "Questo dipende dal suo aumento di peso. Al momento, anche se è stabile, non ne sta mettendo abbastanza. Ovviamente ciò sta influenzando le sue ossa, il suo indice di massa corporea è davvero basso".

1.665 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni