"L'imposta sulla plastica ha lo scopo di disincentivare i prodotti monouso e promuovere materie compostabili ed eco-compatibili. Non è un'imposta generalizzata sulla plastica, materiale di cui difficilmente riusciremo a fare a meno, ma ha l'obiettivo di limitare l'impiego di oggetti che usi una volta e rimangono nell'ambiente per centinaia di anni": con queste parole il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, specifica che la plastic tax sarà riguarderà solo i prodotti monouso. Nel corso di un convegno organizzato dal Messaggero, il titolare di via XX settembre aggiunge: "L'imposta sarà per esempio applicata sulla bottiglietta di acqua minerale ma non sulla borraccia che viene riempita più volte".

Avanzando alcuni esempi, Gualtieri continua affermando che il rincaro sulla plastica colpirà "la vaschetta per prodotti alimentari che si trovano al supermercato ma non i contenitori domestici per il frigorifero; il bicchiere di plastica usa e getta, ma non quello di plastica progettato per essere messo a tavola e utilizzato un numero indefinito di volte". La tassa, spiega inoltre il ministro, "è limitata e commisurata al peso della plastica e quindi volta a incentivare la riduzione di plastica monouso introdotta, mentre non tocca le bioplastiche".

Per quanto riguarda questo particolare tipo di plastiche, Gualtieri comunica l'introduzione di "un incentivo per le innovazioni dei processi produttivi che sostengano la riconversione verso la produzione di bioplastiche o di plastiche compostabili, che non saranno soggette all'imposta". Il ministro conclude quindi spiegando che l'aumento di investimenti pubblici contenuto in manovra sarà diviso in tre grandi fondi: il primo per le amministrazioni centrali, un secondo per gli enti territoriali e infine un fondo speciale per il Green new deal, alimentato anche dall'emissione di Green bond. Questi ultimi sono dei "titoli pubblici che emetteremo vincolati specificatamente alla sostenibilità dell'economia".

Anche il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, è intervenuto sulla decisione di non tassare la plastica compostabile, e ha affermato: "C'è un bell'accordo nella compagine di governo sul non toccare tutto ciò che è compostabile, riciclabile e biodegradabile, e sul diminuire il packaging di plastica. Credo che l'accordo su questo sia raggiunto".