24 Giugno 2021
18:15

Cashback, si avvicina la scadenza del primo semestre: da luglio partono i rimborsi fino a 150 euro

A fine giugno terminerà il primo semestre del cashback del 2021: da inizio luglio, quindi, verranno erogati i rimborsi fino a 150 euro per gli utenti che hanno effettuato almeno 50 pagamenti con strumenti elettronici. Da luglio, inoltre, partirà il nuovo semestre del cashback, con regole sempre uguali sui pagamenti e i rimborsi.
A cura di Stefano Rizzuti

Il primo semestre completo del cashback sta per concludersi: il 30 giugno è la data fissata, quella entro cui bisogna aver accumulato almeno 50 pagamenti elettronici per ottenere il rimborso che può raggiungere al massimo i 150 euro. Il primo semestre del cashback si chiuderà quindi il 30 giugno, dopo la fase sperimentale di dicembre 2020 che è durata un solo mese. Da luglio, poi, arriverà il rimborso con l’accredito e il pagamento del super-premio da 1.500 euro per chi ha accumulato più pagamenti. I rimborsi verranno fatti partire da Consap dal primo luglio e arriveranno a chi ha aderito all’iniziativa direttamente sul conto corrente indicato sull’app Io. Tutti i rimborsi saranno erogati al più tardi entro la fine di agosto. Il valore massimo del rimborso è di 150 euro, ma può accedere solamente chi ha effettuato almeno 50 transazioni con strumenti di pagamento elettronici, ovvero bancomat, carte di credito o app.

Come funziona il rimborso del cashback

La cifra che viene restituita agli utenti corrisponde al 10% del totale dei pagamenti effettuati con strumenti elettronici, per un massimo di 150 euro per tutto il semestre. In più è previsto un super-premio per i 100mila utenti che da gennaio hanno accumulato più transazioni: la cifra, in questo caso, è di 1.500 euro. Il bonifico viene inviato direttamente al conto corrente indicato sull’app: è possibile cambiare l’Iban su cui ricevere l’accredito fino al 30 giugno. È inoltre possibile per gli utenti presentare reclamo sul portale Consap nel caso in cui non si riceva il rimborso perché non sono stati conteggiati alcuni pagamenti o perché l’importo finale non è corretto. Per presentare reclamo ci si deve registrare a un link e l’operazione va fatta entro 120 giorni dall’arrivo del pagamento: la valutazione di Consap sul singolo caso verrà poi effettuata entro 30 giorni.

Il cashback nel secondo semestre del 2021

Dal primo luglio le transazioni verranno azzerate e si ripartirà con il nuovo semestre del cashback: si concluderà il 31 dicembre 2021. Il meccanismo sarà lo stesso del semestre che si sta concludendo ora: si prevede un rimborso del 10% sulle spese effettuate, per un minimo di 50 transazioni elettroniche e un importo massimo di 15 euro per ogni rimborso, anche in caso di spesa superiore ai 150 euro. Nel conteggio rientrano tutte le spese effettuate in esercizi commerciali fisici, sempre attraverso strumenti elettronici, mentre non vengono conteggiati gli acquisti online. Per aderire al cashback serve sempre l’app Io oppure è possibile partecipare attraverso gli issuer convenzionati come Poste, Satispay e Hype. Per aderire al cashback servono il codice fiscale, l’Iban fornito per l’accredito dei rimborso e la registrazione delle carte utilizzate per gli acquisti. Per accedere all’app Io sono necessari Spid o la Carta d’identità elettronica.

Cashback in autostrada, come funziona l'app per i rimborsi da ritardi causati da cantieri e lavori
Cashback in autostrada, come funziona l'app per i rimborsi da ritardi causati da cantieri e lavori
Bonus senza ISEE fino a 1200 euro: come richiederli prima della scadenza
Bonus senza ISEE fino a 1200 euro: come richiederli prima della scadenza
Cashback in autostrada, Aspi lancia l'app che rimborsa gli automobilisti per il tempo perso in coda
Cashback in autostrada, Aspi lancia l'app che rimborsa gli automobilisti per il tempo perso in coda
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni