286 CONDIVISIONI
11 Ottobre 2021
13:50

Bonus TV anche per decoder e rottamazione, come ottenerli prima dello switch off del 20 ottobre

Il 20 ottobre partirà lo switch off per la ricezione dei canali televisivi che costringerà molte famiglie ad acquistare un nuovo apparecchio televisivo o un decoder che consentano di vedere in alta definizione i canali interessati dal cambiamento di ricezione. Per questo, il governo ha messo in campo il Bonus Tv (solo per le famiglie con basso Isee) e il Bonus rottamazione sotto forma di sconto sul prezzo dei nuovi apparecchi.
A cura di Giuseppe Pastore
286 CONDIVISIONI

Si avvicina la data del 20 ottobre, quando inizierà un nuovo switch off per la ricezione dei canali televisivi dopo quello avviato circa 10 anni fa. Saranno in molti a dover cambiare il proprio apparecchio televisivo o ad acquistare un decoder per continuare a vedere la Tv in virtù della nuova codifica per la ricezione del segnale che consentirà di guardare alcuni canali solo in alta definizione. Per questo, sarà necessario dotarsi di apparecchi abilitati alla ricezione in HD. Si tratta di un passaggio che, in questa prima fase, riguarderà solo i canali tematici e non anche quelli generalisti per cui sarà comunque necessario risintonizzare gli apparecchi. Tuttavia, i televisori troppo vecchi dovranno comunque essere cambiati e, per affrontare questa spesa, il governo ha introdotto delle agevolazioni come il Bonus Tv destinato solo a famiglie con un basso Isee e il Bonus rottamazione a cui, invece, possono accedere tutti. In questo modo, chi sarà costretto a cambiare il proprio apparecchio per continuare a vedere la Tv potrà beneficiare di un risparmio sull'acquisto. Vediamo, allora, quali sono le misure elaborate dal Ministero dello Sviluppo economico e come accedervi.

Il modulo per richiedere il Bonus TV e decoder 2021

Fino al 31 dicembre 2022, il governo ha messo a disposizione 250 milioni di euro per le famiglie con un Isee fino a 20mila euro. Si tratta del Bonus Tv che consente alle famiglie con un basso Isee di beneficiare di uno sconto fino a 30 euro sull'acquisto di un nuovo televisore o di un decoder per la ricezione dei canali televisivi. Il bonus può essere applicato solo ai prodotti ritenuti "idonei" indicati dal Ministero dello Sviluppo economico e lo sconto può essere ottenuto presentando al rivenditore l'apposito modulo elaborato dal Mise. Tramite la richiesta si dichiara che il valore Isee del nucleo familiare non è superiore alla soglia di 20mila euro e che nessuno dei componenti abbia già goduto del bonus per un acquisto.

Chi può ottenere il Bonus rottamazione TV fino a 100 euro

Un'ulteriore misura messa in campo dal governo è quella del Bonus rottamazione Tv che consiste in uno sconto del 20% sul prezzo del nuovo televisore, fino ad un importo massimo di 100 euro. Si tratta di un'agevolazione che può essere cumulata con il bonus Tv e che, a differenza della precedente, può essere ottenuta senza limitazioni di Isee. Tuttavia, è necessario rispettare tre condizioni: avere la residenza in Italia, essere in regola con il pagamento del canone Rai e smaltire correttamente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018. La finalità della misura, infatti, è agevolare il corretto smaltimento dei vecchi apparecchi televisivi presso i rivenditori aderenti all'iniziativa oppure conferendoli nelle isole ecologiche autorizzate allo smaltimento dei rifiuti elettronici (i centri di raccolta RAEE). Anche in questo caso, per usufruire del bonus, è possibile consultare la lista dei prodotti idonei ed è necessario compilare l'apposito modulo messo a disposizione dal Mise che certifica il corretto smaltimento.

Quali canali TV non saranno più disponibili dal 20 ottobre

Lo switch off che partirà il prossimo 20 ottobre consisterà nel passaggio a una modalità di ricezione del segnale più all'avanguardia che permetterà di godere di una maggiore qualità e definizione delle immagini sfruttando la tecnologia 5G. In particolare, tra pochi giorni inizierà la dismissione della codifica Mpeg-2 e si avvierà quella Mpeg-4 che consentirà di guardare alcuni canali televisivi solo con Tv o decoder idonei alla ricezione del nuovo segnale. In questa prima fase, tuttavia, i canali generalisti resteranno ancora disponibili anche in bassa risoluzione mentre i vecchi apparecchi non potranno ricevere quelli tematici. Quindi, i principali canali Rai (Rai 1, Rai 2, Rai 3 e Rai News 24) e Mediaset (Rete 4, Canale 5 e Italia 1) continueranno ad essere trasmessi anche su televisori che non supportano la nuova ricezione, almeno fino alla fine di questa migrazione verso la nuova codifica del segnale. Invece, sarà necessario dotarsi sin da subito di un nuovo apparecchio per continuare a guardare i canali tematici come Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Storia, Rai Scuola, Rai Gulp oppure TgCom24, Italia 2 e Boing.

Come ottenere il Bonus Tv su Mediaworl, Euronics e Unieuro

Per usufruire di entrambi i bonus è necessario compilare ed esibire i moduli predisposti dal Mise. Per il bonus rottamazione, in particolare, è previsto lo smaltimento del vecchio apparecchio nelle isole ecologiche dedicate oppure direttamente presso i punti vendita autorizzati. Anche per questo, i maggiori rivenditori di elettrodomestici come Mediaworld, Euronics e Unieuro consentono di acquistare il nuovo apparecchio online, ma per concludere l'ordine usufruendo dei bonus è necessario scegliere il ritiro in negozio in cui dovrà essere presentata la documentazione necessaria all'applicazione dello sconto previsto. Per il momento, l'unico rivenditore online che ha attivato una sezione anche per il caricamento dei documenti è Yeppon. Il colosso Amazon, ad esempio, non ha ancora aderito all'iniziativa e quindi per adesso non è possibile usufruire degli sconti sul suo e-commerce.

286 CONDIVISIONI
Cosa cambia con l'assegno unico per i figli nel 2022: chi ci guadagna, chi ci perde e quali sono gli importi
Cosa cambia con l'assegno unico per i figli nel 2022: chi ci guadagna, chi ci perde e quali sono gli importi
Bonus Terme 2021 Invitalia, come richiederlo e dove usarlo
Bonus Terme 2021 Invitalia, come richiederlo e dove usarlo
Oggi riapre la piattaforma Invitalia per richiedere il bonus terme: le strutture accreditate
Oggi riapre la piattaforma Invitalia per richiedere il bonus terme: le strutture accreditate
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni