Riccardo Muti
in foto: Riccardo Muti

Saranno stasera a Firenze e domani a Milano, dopo la trionfale accoglienza di ieri all'anteprima del Ravenna Festival, i Wiener Philharmoniker diretti da Riccardo Muti. Con il pubblico finalmente in presenza, benché contingentato per forza di cose date le limitazioni necessarie per il contenimento del coronavirus, la celebre orchestra austriaca, che ogni anno realizza il famoso Concerto di Capodanno si è esibita nella città romagnola e si prepara agli altri due concerti italiani, diretti dal grande maestro italiano, partenopeo d'origine, che ha diretto l'ultima edizione del Concerto di Capodanno a Vienna, in diretta streaming in tutto il mondo, ma senza pubblico.

Si è partiti con l'ouverture Calma di mare e viaggio felice di Mendelssohn, seguita dalla Quarta Sinfonia di Robert Schumann e dalla Seconda di Johannes Brahms.  Infine, rivolgendosi al pubblico presente all'anteprima del Ravenna Festival, che si svolgerà quest'estate attraverso una messa di imperdibili occasioni per gli amanti della Classica, Muti ha chiesto: "Cosa volete? Un valzer? L'abbiamo preparato per voi!".

Lasciando quindi spazio alle note del Kaiser-Walzer di Johann Strauss, così da regalare ai fortunati partecipanti alla serata un assaggio del Concerto di Capodanno 2021 a cui nessuno ha potuto assistere dal vivo. Un capodanno primaverile, che da Ravenna fa sentire il suo odore di rinascita e ripartenza della cultura e delle arti nel nostro Paese. Sempre grazie all'autorevole direzione d'orchestra di una delle icone della cultura italiana nel mondo, Riccardo Muti, dopo le polemiche che lo avevano visto protagonista in occasione dell'ultimo Sanremo, relativamente alla chiusura dei teatri durante la fase più acuta dell'emergenza sanitaria