27 Settembre 2021
14:00

Nuove definizioni di Uomo e Donna: il Devoto Oli è più attento alla parità di genere

La nuova edizione del Devoto Oli, uno dei dizionari mono-lingua più celebri d’Italia, ideato nel 1967 da Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli e aggiornato ogni anno sotto la guida di due linguisti del calibro di Luca Serianni e Maurizio Trifone,  parla al presente ed è più attenta alla parità di genere.

La nuova edizione del Devoto Oli, uno dei dizionari mono-lingua più celebri d'Italia, ideato nel 1967 da Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli e aggiornato ogni anno sotto la guida di due linguisti del calibro di Luca Serianni e Maurizio Trifone, parla al presente ed è più attenta alla parità di genere. Del resto, il linguaggio che utilizziamo per esprimerci condiziona inevitabilmente la visione del mondo che abbiamo interiorizzato nel corso degli anni, e i nuovi neologismi che periodicamente arricchiscono il nostro lessico sono il riflesso di tutti quei mutamenti culturali che  plasmano il senso comune: da questo punto di vista, i costanti ammodernamenti del Devoto Oli rappresentano un esercizio di valore inestimabile per restare al passo coi tempi.

Devoto Oli 2022: una nuova definizione di "Donna"

Il cambiamento più significativo concerne la nuova definizione di "Donna" che, nell'edizione dello scorso anno, risultava ancora inficiata da alcuni stereotipi; recitava testualmente: "L’individuo femminile della specie umana: una bella donna; una donna colta, elegante, raffinata; scarpe, abiti da donna; i diritti, l’emancipazione della donna". Nel nuovo testo è stato attuato qualche sforzo in più: "Essere umano adulto di sesso femminile: scarpe, abiti da donna; parrucchiere per donna e per uomo (…) accompagnato da aggettivi o altre determinazioni, persona di sesso femminile considerata in relazione alle sue caratteristiche o qualità (fisiche, morali, intellettuali, ecc.)". A mutare sono anche gli esempi, che cessano di porre enfasi sulle caratteristiche fisiche per evidenziare altre caratteristiche "(donna d'affari" o "donna di scienza"). Inoltre, è stato depennato il proverbio "Chi dice donna dice danno".

Devoto Oli 2022: una nuova definizione di "Uomo"

I mutamenti hanno interessato anche la definizione di "Uomo", mettendo in risalto lo stigma sociale connesso alla messa in mostra di virilità a ogni costo e aprendo nuove, possibili stradi per la configurazione di un nuovo "essere maschile": "Individuo adulto di sesso maschile dotato di fermezza, energia, coraggio o di altre analoghe qualità, che in base a uno stereotipo tradizionale si considerano proprie dell'uomo: sii uomo; fai l'uomo; cerca di comportarti da uomo".

Devoto Oli 2022: "Bannato" e altri neologismi

Inoltre, la nuova edizione del Devoto Oli registra più di 500 nuovi neologismi, come "acchiappaclic", "websurfer", "anti-Covid" e "transfobico", "abilismo" e "antiscienza". Parole nuove per un mondo nuovo che cambia velocemente. Inoltre, sono state inserite almeno dieci nuove parole che hanno colonizzato il lessico comune sull'onda della pandemia da Covid, come ad esempio "Covid area" e "Covid free" e "covidico" e "covidiota".

Università, Messa: "9 miliardi per la ricerca, ma solo a chi rispetta la parità di genere"
Università, Messa: "9 miliardi per la ricerca, ma solo a chi rispetta la parità di genere"
Omicidio suicidio a Montesilvano, trovati i corpi senza vita in casa di un uomo e una donna
Omicidio suicidio a Montesilvano, trovati i corpi senza vita in casa di un uomo e una donna
Come la globalizzazione ha trasformato la lotta per i diritti LGBTQ+
Come la globalizzazione ha trasformato la lotta per i diritti LGBTQ+
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni