Ieri il ministro dei beni culturali e alle attività turistiche, Dario Franceschini, ha annunciato che, in seguito all'emergenza coronavirus, il Consiglio dei ministri ha stanziato ulteriori aiuti "concreti per il turismo e la cultura".

L'altro giorno il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto, denominato ‘Cura Italia’, con la finalità di sostenere l’economia italiana a fronteggiare l’emergenza Coronavirus, sostenendo lavoratori, famiglie e imprese con uno stanziamento da 25 miliardi di euro.

A seguito del provvedimento "Cura Italia", lo stesso Consiglio dei ministri, ha adottato ulteriori misure per sostenere i settori in difficoltà di turismo e cultura. Sempre il titolare del MiBact, Dario Franceschini, ha poi evidenziato che:

Gli interventi tengono conto delle numerose istanze delle associazioni di categorie di questi settori con cui abbiamo avuto una stretta interlocuzione in queste settimane. Dalle indennità ai lavoratori dei diversi comparti, al fondo di emergenza per lo spettacolo, il cinema e l’audiovisivo, fino al sostegno per alberghi e imprese turistiche, sono numerose le misure messe in campo dal Governo per sostenere in questa prima fase l’industria culturale, creativa e il turismo, uno dei principali motori del Paese.

Vediamo, dunque, nello specifico i provvedimenti adottati dal Governo, che vanno a integrare le misure per il turismo contenute nel primo decreto con cui il governo ha previsto la sospensione dei versamenti previdenziali e contributivi per alberghi agenzie e tour operator di tutta Italia e la possibilità per le agenzie di rimborsare i clienti con un voucher.

Indennità straordinarie per i lavoratori settori turismo e cultura

I lavoratori dei settori del turismo, della cultura, dello spettacolo, del cinema e dell’audiovisivo godranno di indennità straordinarie per contenere gli effetti negativi dovuti alle restrizioni dovute all’emergenza coronavirus. Le indennità sono estese anche ai lavoratori privi di ammortizzatori sociali.

Ammortizzatori e tutele sociali

Il secondo punto è l'estensione degli ammortizzatori sociali anche ai lavoratori stagionali del turismo e dello spettacolo e interventi a favore di autori, artisti, esecutori e mandatari.

Sostegno alle imprese della cultura, dello spettacolo e del turismo

Un punto molto importante, per le imprese del mondo della cultura e turistiche, riguarda la "Sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria" fa sapere il MiBact "per i soggetti che gestiscono o organizzano teatri, sale da concerto, cinema, fiere o eventi di carattere artistico o culturale, musei, biblioteche, archivi, luoghi e monumenti storici, bar, ristoranti, aziende termali, parchi di divertimento o tematici, servizi di trasporto, noleggio di attrezzature sportive e ricreative o di strutture e attrezzature per manifestazioni e spettacoli, guide e assistenti turistici."

Fondo emergenze spettacolo e cinema

Viene creato ad hoc, per fronteggiare la crisi conseguente all'epidemia di coronavirus nel nostro Paese, il fondo emergenze spettacolo dal vivo, cinema e audiovisivo, 130 milioni di euro per il 2020 per il sostegno degli operatori, autori, artisti, interpreti ed esecutori colpiti dalle misure adottate per l’emergenza COVID-19 e per investimenti finalizzati al rilancio di questi settori. "Le modalità di ripartizione e assegnazione delle risorse verranno stabilite con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, tenendo conto dell’impatto negativo sui beneficiari derivato dalle misure di contenimento del contagio da COVID-19".

Voucher per biglietti cinema, teatri, musei e concerti

Tra le misure del governo, c'è l'estensione dei rimborsi con voucher già previsti per viaggi e pacchetti turistici annullati a seguito dell’emergenza Covid-19 anche ai biglietti per spettacoli, cinema, teatri, musei e altri luoghi della cultura.

Voucher alberghi

I rimborsi con voucher vengono estesi anche ai contratti di soggiorno e riguardano pertanto anche alberghi e altre strutture ricettive.

Rilancio immagine del nostro Paese

Ultimo punto, che probabilmente vedrà la sua realizzazione più in là, quando l'economia mondiale tornerà a guarda al futuro è la "realizzazione di una campagna straordinaria di promozione dell’Italia nel mondo anche con finalità turistiche e culturali."