Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Da domani, domenica 11 aprile, e fino a giovedì 22 aprile, a Marsala (in provincia di Trapani) i cittadini dovranno rispettare le regole della zona rossa. C’è stato infatti un aumento dei contagi da Coronavirus che ha spinto le autorità locali a inasprire le misure rispetto a quelle in vigore nell’intera Sicilia, che è zona arancione Covid. Ha contribuito a far innalzare il numero dei contagiati Covid (oggi 355 nel Comune) anche un evento registrato il giorno di Pasquetta. Nei giorni festivi di Pasqua in tutta Italia era in vigore la zona rossa, per cui erano chiaramente vietati incontri e assembramenti, ma ciononostante a Marsala è stata organizzata una festa con grigliata. Una festa alla quale, il giorno di Pasquetta, hanno partecipato oltre cinquanta persone.

Uno dei focolai che fa scattare la zona rossa a Marsala – La festa, a quanto emerso, si è svolta in una grande villa con alte mura di recinzione sulle colline del versante nord marsalese, di proprietà del titolare di un patronato che fornisce assistenza a migliaia di agricoltori e pensionati. Per non dare troppo nell’occhio, a quanto ricostruito, la maggior parte degli invitati aveva parcheggiato a circa un chilometro di distanza, lungo il margine della strada statale 115 per Trapani. Poi con altre auto sono stati accompagnati nella villa scelta per trascorrere la giornata festiva. Nei giorni immediatamente successivi alla grigliata, però, alcuni dei partecipanti hanno scoperto di essere positivi al Covid-19. E nel frattempo potrebbero anche avere contagiato anche altre persone che si trovavano alla festa: attualmente tutti i partecipanti alla grigliata di Pasquetta sono in quarantena.