614 CONDIVISIONI

“Voglio rivedere il mio papà”, bambino picchiato e insultato dalla mamma e dal nuovo compagno

Rinviata a giudizio con l’accusa di maltrattamenti in famiglia una coppia di Città di Castello accusata di aver “provocato ansia, paura e attacchi di panico” per almeno cinque anni al figlio minorenne della donna al quale veniva “impedito per lunghi periodi di vedere il padre”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
614 CONDIVISIONI
immagine di repertorio
immagine di repertorio

Una coppia di Città di Castello è stata rinviata a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare di Perugia, Margherita Amodeo, per aver "provocato ansia, paura e attacchi di panico" al figlio minorenne della donna al quale veniva "impedito per lunghi periodi di vedere il padre". La Procura racconta di "condotte di violenza fisica, psicologica e verbale". Per loro il processo inizierà il 16 luglio.

I fatti oggetto dell’indagine riguardano il periodo che copre cinque anni, dal 2017 al 2022: quando sono iniziate le prime avvisaglie il piccolo aveva solo dieci anni. Stando alle imputazioni, la coppia – la mamma biologica 43enne e il compagno di quest'ultima, 38enne – hanno "impedito per lunghi periodi al ragazzo di vedere il padre, minacciando di percuoterlo e di lasciarlo fuori casa".

Alla sua richiesta di volerlo comunque vedere lo percuotevano con schiaffi, calci e pugni, lo insultavano dicendogli che era un pezzo di m… perché era stato allevato dal padre, minacciando che se fosse andato da lui non sarebbe più tornato in quella casa" si legge nell'imputazione a carico degli indagati.

Il pm scrive che in un'occasione, era il 9 giugno 2021, il minore è stato "costretto a dichiarare falsamente dinanzi al tribunale civile di Perugia, sotto la minaccia di punizioni esemplari, ‘di non andare volentieri dal padre’".

Come detto il gip per l’udienza preliminare del capoluogo umbro ha deciso il rinvio a giudizio per l'uomo e la donna, entrambi sono originari del Tifernate. Le porte del tribunale si apriranno nel mese di luglio.

614 CONDIVISIONI
Catania, bambino di 5 anni frustato con cavi elettrici perché “non obbedisce”: fermate mamma e zia
Catania, bambino di 5 anni frustato con cavi elettrici perché “non obbedisce”: fermate mamma e zia
Alunna disabile picchiata e insultata dalle maestre con urla, strattoni e spinte in classe: arrestate
Alunna disabile picchiata e insultata dalle maestre con urla, strattoni e spinte in classe: arrestate
Atleta 12enne insultata con frasi razziste: la partita di volley prosegue e lei scoppia in lacrime
Atleta 12enne insultata con frasi razziste: la partita di volley prosegue e lei scoppia in lacrime
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views