Calci e pugni alla testa in pieno giorno per essere intervenuto a difesa di una ragazza che stava litigando con il fidanzato. Ha riportato una frattura al femore e una serie di lesioni al capo l'anziano di 73 anni che nei giorni scorsi è stato brutalmente aggredito, in pieno giorno, a Vicenza, da un giovane di 25 anni, che è stato poi individuato dalle forze dell'ordine e arrestato con l'accusa di lesioni aggravate. La scena è stata ripresa dallo smartphone di alcuni passanti e il video è finito ben presto sui social network. Il fatto si è verificato nella zona del nuovo mercato ortofrutticolo: l'uomo stava cercando di sedare una discussione tra una coppia di fidanzati, quando il ragazzo gli ha scagliato un gancio in pieno volto facendolo volare a terra e picchiandolo brutalmente, prima di allontanarsi in bicicletta con la ragazza.

Il 73enne è stato ricoverato all'ospedale San Bortolo con una frattura al femore, e sospette lesioni al capo. La vittima è stata soccorsa dai passanti che hanno assistito all'aggressione mentre la polizia, arrivata sul posto, ha iniziato le ricerche per rintracciare l'aggressore, un 25enne senza fissa dimora e con piccoli precedenti per spaccio, individuato dopo pochi minuti e arrestato con l'ipotesi di reato di lesioni aggravate. Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco, che ha sottolineato come quanto successo sia un fatto "assolutamente da condannare, che vede protagonista in negativo una persona già conosciuta dalle Forze dell'ordine per vari reati. Voglio esprimere solidarietà all'anziano picchiato e mi auguro possa guarire al più presto. Mi congratulo con gli uomini della Polizia di stato che sono prontamente intervenuti individuando e arrestando l'aggressore. Episodi come questo confermano che qualcosa non va da un punto di vista giudiziario e sulla certezza della pena".