Drammatico episodio nelle scorse ore tra le strade di Arzignano, in provincia di Vicenza, dove un uomo è morto dopo essere stato brutalmente aggredito e pestato prima di essere lasciato agonizzante sull’asfalto ormai in fin di vita. La vittima è un 37enne che è stato rinvenuto sulla strada in una pozza di sangue e privo di sensi nella tarda serata di lunedì. Gli operatori del 118, intervenuti sul posto a seguito di una chiamata di emergenza, hanno provato a rianimarlo e a salvargli la vita trasportandolo d’urgenza e in codice rosso in ospedale dove però purtroppo è morto poche ore dopo a causa delle conseguenze di quel brutale pestaggio.

L’uomo è stato identificato come un 37enne di origine indiane da tempo in Italia ma senza fissa dimora. L’aggressione ai suoi danni è avvenuta all’incrocio tra Via Alberti e Via Santo, proprio davanti al piazzale di un’azienda. Sul luogo dell’accaduto sono accorsi i carabinieri che hanno avviato subito le indagini per ricostruire l’esatta dinamica del pestaggio sfociato in omicidio. Sul posto anche gli esperti dei reparti scientifici dell’arma per i rilievi e il pm di turno. Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, la brutale aggressione nella cittadina veneta sarebbe avvenuta lunedì sera, poco prima del coprifuoco delle 22. Gli investigatori hanno acquisito i video delle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona.

Due uomini sottoposti a fermo

Due uomini sono stati sottoposti a fermo perché gravemente indiziati dell'omicidio. Lo si apprende da fonti vicine all'indagine. Sono due connazionali della vittima. Tutti e tre sarebbero stati in forte stato di alterazione psicofisica, dovuto all'alcol, al momento dei fatti. I due fermati comparirebbero con il 37enne nelle immagini delle telecamere di sicurezza dell'azienda, nei momenti precedenti l'aggressione. Le indagini sono condotte dai Carabinieri.