553 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Un bullo gli sbatte la testa contro un banco durante la lezione, la famiglia del 12enne denuncia la scuola

Un bullo di 13 anni avrebbe sbattuto la testa di un compagno, un bambino di 12, contro il banco di scuola durante la lezione di matematica. Il tutto è accaduto a Ferrara, dove poi il bambino è stato trasportato in ospedale. La famiglia della vittima ha deciso di denunciare la scuola.
A cura di Gabriella Mazzeo
553 CONDIVISIONI
immagine di repertorio
immagine di repertorio

Lo scorso 19 aprile, un episodio di bullismo si è verificato in un istituto scolastico della provincia di Ferrara. Un'aggressione che è arrivata al culmine di una serie di violenze che hanno portato i genitori della vittima a decidere di denunciare la scuola.

Secondo quanto confermato a Fanpage.it da fonti investigative, protagonista suo malgrado della storia è un ragazzino di 12 anni, preso di mira di un compagno di classe più grande di lui di un anno. Secondo quanto reso noto, il 13enne avrebbe affiancato il compagno di classe sbattendogli la testa contro lo spigolo del banco. Allertato dagli altri alunni, l'insegnante si è immediatamente alzato dalla sedia interrompendo la lezione di matematica per chiamare il 118 e i carabinieri.

Lo studente è stato trasportato in ospedale e ha subito un trauma cranico minore con ferita trattata con cinque punti di sutura e una prognosi di 10 giorni. Dall'inizio dell'anno, secondo quanto poi raccontato anche alle forze dell'ordine, il 12enne subisce intimidazioni e violenze da parte del bullo che gli ha provocato il trauma cranico e da parte di un altro gruppo di ragazzini, amici del 13enne che lo ha aggredito.

Già a dicembre i genitori del bambino preso di mira avevano sporto denuncia ai carabinieri per minacce, ma da allora purtroppo la situazione non era cambiata. In questo specifico episodio, i bulli avrebbero agito durante un momento di distrazione dell'insegnante di matematica che stava sistemando alcune verifiche. I genitori del 12enne accusano la scuola di non aver preso alcun provvedimento negli scorsi mesi nonostante la situazione fosse nota, anche in seguito alla denuncia già fatta per minacce nei confronti del bambino. Il 12enne aggredito tra i banchi resterà ora a casa per almeno 10 giorni, così come disposto dalla prognosi medica.

553 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views