"Si tratta di un episodio molto grave e increscioso, che si discosta totalmente dall'idea di una società che si vuole definire civile", così il sindaco di Latisana, in provincia di Udine, ha commentato l'assurdo quanto pericoloso gesto avvenuto nelle scorse ore sullo scuolabus che accompagnava i piccoli alluni della zona a scuola. Uno dei ragazzini infatti ha estratto una bomboletta spray e ha iniziato a spruzzare del liquido urticante nel chiuso del mezzo e sugli altri alunni, creando caos e paura a bordo tanto che il mezzo è stato costretto a fermarsi in strada. L'episodio mercoledì mattina mentre lo scuolabus era pieno di alunni. Per fortuna a bordo non c'era il solo autista ma anche una sorvegliante che, resasi conto dell'accaduto, ha subito lanciato l'allarme al guidatore e fatto fermare il mezzo per aprire le portiere e far passare l'aria, procedendo contemporaneamente all'immediata evacuazione dell'autobus

Il tempestivo intervento dell'addetta ha evitato conseguenze peggiori ma diversi bimbi e ragazzini a bordo hanno accusato comunque sintomi da irritazione oculare e delle vie respiratorie. Ad avere la peggio è stato uno dei bambini che viaggiava sullo scuolabus e che ha avuto bisogno di cure mediche in ospedale ed è stato accompagnato in pronto soccorso. Fortunatamente neanche per lui ci son state conseguenze a lungo termine e dopo gli accertanti del caso è stato dimesso. Anche lo scuolabus, dopo alcune decine di minuti,  ha ripreso la marcia verso la scuola dove le lezioni sono cominciate senza ritardi. L'episodio però è finito ora all'attenzione della Polizia locale che sta indagando per identificare i responsabili del gesto. "La mia attenzione si rivolge alle famiglie che abitano il nostro territorio, è a loro che porgo l'invito a una profonda riflessione. I genitori hanno la più alta delle responsabilità in questo senso, non solo quella di crescere, ma quella di educare i loro figli al rispetto di sé e dell'altro" ha dichiarato il sindaco