Dramma oggi pomeriggio lungo l'autostrada A1 all'altezza di Crespellano, nel Bolognese, al chilometro 183: tre donne di 20, 22 e 50 anni residenti a Sassuolo sono morte a seguito dell’incidente avvenuto in direzione sud, al confine tra i territori di Modena e Bologna, tra un’auto e un mezzo pesante. Zainaba El Aissaoui, 41 anni, Veronica Fili, 22 anni, e Otilia Camelia Ceornodolea che avrebbe compiuto 24 anni tra un mese. Pare che si stessero dirigendo verso Londra per una vacanza. A quanto pare le vittime erano tutte quante a bordo dell'auto, che è stata tamponata violentemente dal camion sulla corsia più a destra della carreggiata sud, per cause al vaglio della Polizia Stradale. Sulla vettura viaggiava anche una donna di 22 anni, sorella di Zainaba, rimasta ferita, condotta all'Ospedale Maggiore di Bologna. Nessuna conseguenza, invece, per un uomo di 40 anni coinvolto nell'incidente, presumibilmente il conducente del tir. Nel dettaglio, spiega una nota di Autostrade per l'Italia, l'autovettura è stata tamponata dal mezzo pesante in corsia di marcia. Sul posto sono intervenuti i tecnici di Autostrade, la Polizia Stradale, i sanitari del 118 e i Vigili del Fuoco con 11 unità più diversi mezzi, tra cui una autogrù per estrarre le quattro persone rimaste incastrate nei mezzi coinvolti.

Pesanti disagi in A1

Il tratto stradale interessato era stato chiuso per permettere l'intervento dei soccorritori. Alle 19,30 l'autostrada è stata riaperta nel tratto tra Modena sud e Valsamoggia verso Bologna. Sull'arteria si transita sulla terza e la quarta corsia si sono fermati 14 chilometri di coda a partire da Modena Nord. Sulla carreggiata verso Milano si sono formate anche code di curiosi tra il bivio per la A14 Bologna-Taranto e Valsamoggia.