Dopo l'incredulità, la rabbia e il dolore per una tragedia ancora inspiegabile, oggi è il giorno dell'ultimo saluto per Emma Fabini, la 14enne di Senigallia tra le sei vittime della strage nella discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona. Parenti, amici e conoscenti si sono stretti attorno alla famiglia della giovane nella chiesa del Portone di Senigallia dove oggi alle 11.30 si sono svolte le esequie. Un messaggio di "profondo, commosso cordoglio e vicinanza " è stato fatto recapitare alla famiglia in occasione dei funerali anche dal Presidente del Repubblica Sergio Mattarella attraverso il prefetto di Ancona Antonio D'Acunto. La famiglia di Emma, tra le vittime più giovani  di quella terribile notte tra il 7 e l’8 dicembre alla Lanterna Azzurra, dal suo canto si è stretta nel massimo riserbo per elaborare il terribile lutto e  ha chiesto di onorare la memoria della ragazzina con opere di bene e non con fiori.

In tutta la città in tanti hanno voluto dedicare un pensiero alla 14enne anche a cominciare  dall'istituto scolastico che l'adolescente frequentava, Il liceo classico "Giulio Perticari", e dalla scuola di danza a cui era iscritta. "I tuoi dolci occhi saranno sempre presenti nelle nostre danze" si legge sui manifesti funebri. "Conoscevamo Emma, eravamo anche noi alla Lanterna Azzurra. Proviamo tanto dolore perché era una nostra amica.  Oggi siamo qui per dirle di brillare da lassù cosi come quando brillavi tra noi" hanno ricordato due sue amiche.  Il ricordo più commosso però è quello di mamma, papà e fratelli: "Scia luminosissima fatta di bontà, gentilezza , intelligenza, sorrisi mai negati e tanta dolcezza. Sei stata calore e colore nei nostri giorni e sarai luce nelle nostra nostalgia".

Quello di Emma sarà solo il primo di tre giorni di lutto a Senigallia per la tragedia di Corinaldo. Le quattro vittime del posto, tre adolescenti e una mamma saranno ricordate in quattro diverse funzioni religiose perché ogni famiglia ha preferito vivere questo momento drammatico in maniera privata. Venerdì, alle 15, nella chiesa di San Giovanni di Marotta, l'ultimo addio ad Asia Nasoni, l'altra liceale 14enne morta nella discoteca.. Lo stesso giorno ma alle 15 e nella cattedrale di Senigallia i funerali di Daniele Pongetti, il 16enne studente dell’Itis Volterra di Ancona che giocava nel Senigallia Calcio. Sempre nella cattedrale ma sabato mattina la cerimonia di addio per Eleonora Girolimini, la madre di 39 anni di un'adolescente che aveva accompagnato al concerto