Dramma in Veneto. Una bimba di due anni è morta annegata cadendo nel canale Brentella, dopo essere sfuggita al controllo dei genitori. È accaduto ieri, domenica 5 aprile, nel primissimo pomeriggio in via Fantin a Ciano del Montello, frazione di Crocetta, vicino al ristorante Casa Brusada. La vittima è una bambina di appena 2 anni, di origini macedoni, nata a Treviso. Stando a quanto ricostruito, la piccola,  stava giocando con una vicina di casa quando, improvvisamente, si sarebbe messa a correre al limitare del giardino di casa verso il canale. A fermarla non c'erano recinti o protezione, e la bimba è scivolata nel canale.

Allertato dalle urla di un residente che aveva assistito alla scena, un passante si è tuffato nelle fredde acque del canale per salvare la bimba, trascinata dal corrente per trecento metri. La piccola, purtroppo era già priva di vita. I genitori, entrambi molto giovani, si sono accorti solo dalle urla che la figlioletta si era allontanata. L'incidente è accaduto intorno alle 13. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con l'elicottero e i carabinieri, ma per la bimba non c'era più nulla da fare. I genitori della bimba sono stati ascoltati a lungo dalle forze dell'ordine.

L'episodio, purtroppo, sembra la tragica replica dell'incidente avvenuto una settimana fa a Metaponto, Matera, dove il piccolo Diego, tre anni, si è allontanato da casa da solo, per poi finire annegato nel fiume Bradano. Sul corpo del piccolo è stata disposta l'autopsia, ma già da un primo esame esterno nono sono state riscontrate tracce di violenza.