7 CONDIVISIONI

Torino, mamma carica le valige ma il treno parte: bimba resta sola sulla banchina

La mamma aveva detto alla figlioletta di aspettare a terra sulla banchina e la piccola ha ubbidito senza muoversi. Mentre era alle prese con le operazioni di carico, però le porte del treno si sono improvvisamente chiuse alle sue spalle lasciando la bimba a terra. La piccola assistita dalla Polfer fino al ritorno della madre.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Antonio Palma
7 CONDIVISIONI
Immagine

Brutta esperienza nelle scorse ore per una bambina in partenza con la madre alla stazione ferroviaria di Porta Susa, a Torino. A causa di un disguido sui tempi di partenza del convoglio su cui dovevano salire, infatti, la madre è effettivamente partita mentre la piccola è rimasta completamente da sola sulla banchina dove era in attesa. L'episodio è accaduto nei giorni  scorsi e ha avuto per protagoniste una mamma e la sua bambina di sei anni. Alla base dell'episodio però nessuna dimenticanza della donna. come avvenuto negli stessi giorni in altri casi, ma un semplice ritardo delle due passeggere nel salire a bordo in tempo. Cariche di valige, infatti, si sono attardate e una volta giunte davanti alla loro carrozza hanno perso altro tempo nel caricare i bagagli fino a che il treno è partito.

Per caricare le numerose valigie sul treno, la mamma aveva detto alla figlioletta di aspettare a terra sulla banchina e la piccola ha ubbidito senza muoversi. Peccato però che, mentre era alle prese con le operazioni di carico, le porte del treno si sono improvvisamente chiuse alle sue spalle lasciando la bimba a terra. Compensabile il grande spavento dalla piccola che alla vista del treno in partenza con la madre a bordo ha iniziato a piangere disperatamente. Le sue urla hanno subito attirato l'attenzione di altri passeggeri in attesa che sono accorsi allertando anche gli agenti del locale polizia ferroviaria. Alla fine i poliziotti sono riusciti a calmare la bimba mentre i colleghi hanno provveduto a mettersi in contatto con il capotreno del convoglio. La bambina è stata ospitata negli uffici della Polfer per tutto il tempo in attesa che la madre tornasse indietro.

7 CONDIVISIONI
La storia di Laura, bimba italiana chiusa in un orfanotrofio in Messico: non parla con la mamma da mesi
La storia di Laura, bimba italiana chiusa in un orfanotrofio in Messico: non parla con la mamma da mesi
Denise Pipitone, la mamma Piera Maggio: "C'è segnalazione di una bimba che ha molte similitudini"
Denise Pipitone, la mamma Piera Maggio: "C'è segnalazione di una bimba che ha molte similitudini"
Guida il treno con bimba in braccio, video va online: macchinista nei guai, indagano Polfer e Procura
Guida il treno con bimba in braccio, video va online: macchinista nei guai, indagano Polfer e Procura
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni