Un drammatico incidente si è consumato nella notte a Loranzè, un centro di un migliaio di abitanti che si trova a pochi chilometri da Ivrea, in Piemonte. Una ragazza di diciotto anni, Erika Russo, è morta impiccata al cancello di casa, in una villetta monofamiliare che si trova in via Canton Prelle a Loranzè. Secondo una primissima ricostruzione dei fatti compiuta dai carabinieri, la giovane rientrando a casa da una serata trascorsa con gli amici si sarebbe accorta di aver dimenticato le chiavi e per questo avrebbe deciso di scavalcare per poter entrare. Ma purtroppo è rimasta impigliata con gli abiti nel cancello.

A scoprire la tragedia questa mattina è stata la sorella – A scoprire la tragedia è stata, solo questa mattina, la sorella, che la giovane che ha perso la vita non aveva voluto svegliare per farsi aprire. La ragazza, che frequentava l'ultimo anno dell'alberghiero, è stata trovata ai piedi del cancello. Le indagini sono al momento in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Ivrea. A quanto emerso finora, non ci sarebbero segni di ferite evidenti sul corpo ed è quindi probabile che la ragazza sia rimasta incastrata nella cancellata e così è morta soffocata. Per la diciottenne, purtroppo, i soccorsi sono stati inutili. Il medico del 118 intervenuto sul posto poco dopo ha potuto soltanto constatare il decesso della ragazza. La salma sarà trasportata alla medicina legale di Strambino. "Era una persona solare, ce l’aveva scritto in faccia", ha detto papà Mauro della sua bambina.