Manca davvero poco al test di Medicina 2019. Domani, martedì 3 settembre, circa 68mila aspiranti camici bianchi sosterranno la prova per accaparrarsi uno degli 11.568 posti a disposizione nelle facoltà a numero chiuso di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria. I candidati avranno 100 minuti di tempo per rispondere alle 60 domande scelte dal Miur e ottenere il punteggio minimo per entrare in graduatoria nazionale. A far registrare un boom di domande di iscrizione sono stati i corsi di Medicina in inglese. La selezione in ogni caso resta durissima: entra circa 1 studente su 6. Ancora qualche ora, dunque, per studiare e fare le simulazioni online o sugli AlphaTest, poi ci sarà la prova vera e propria. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulle fatiche domande al test di Medicina 2019 a cui domani gli studenti saranno chiamati a rispondere.

Domande test di Medicina, quante sono e come sono divise

Stando a quanto annunciato dal Miur nel bando del test di Medicina 2019, pubblicato lo scorso 1 aprile, quest'anno le domande a risposta multipla che compongono la prova sono 60. Gli aspiranti camici bianchi hanno 100 minuti di tempo per rispondere correttamente a partire dalle ore 11:00 di domani, martedì 3 settembre, quando il test comincerà in tutta Italia. La prova si compone di 10 quesiti di logica, 12 quesiti di cultura generale, 18 quesiti di biologia, 12 di chimica e 8 di fisica e matematica. Si ricorda che ogni domanda vede 5 possibili risposte di cui però soltanto una è corretta.

Test di Medicina 2019, gli argomenti delle domande

Sempre il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha indicato nel bando del test di Medicina 2019 gli argomenti da studiare per ciascuna materia oggetto della prova. Eccoli di seguito, così come annunciato nel documento dell'1 aprile 2019:

  • Cultura generale e ragionamento logico: quesiti su saggi scientifici o narrativi di autori sia classici che contemporanei e problemi di natura astratta e richiedono l'uso di ragionamento logico;
  • Biologia: chimica dei viventi, le molecole organiche presenti negli organismi e le loro funzioni; la cellula (teoria, membrana, ciclo); bioenergetica; genetica, ereditarietà, ambiente, mutazioni e riproduzione; anatomia degli animali e dell'uomo; sistemi ed apparati dell'umano; omeostasi;
  • Chimica: costituzione della materia; leggi dei gas perfetti; struttura dell'atomo e sistema periodico; legamenti chimici; chimica inorganica; reazione chimiche e stechiometria; soluzioni; equilibri in soluzione acquosa; elementi di cinetica chimica e catalisi; ossidazione e riduzione; acidi e basi; fondamenti di chimica organica;
  • Fisica: misure; cinematica; dinamica; meccanica dei fluidi; termologia e termodinamica; elettrostatica ed elettrodinamica;
  • Matematica: insiemi numerici; algebra; funzioni; geometria; probabilità e statistica.

Test di Medicina 2019, quanto valgono le risposte alle domande

Per vincere uno degli 11mila posti a disposizioni nelle facoltà di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria bisogna entrare nella graduatoria di merito a livello nazionale, previo raggiungimento del punteggio minimo al test, che il Miur ha fissato a 20 punti. Altrimenti si viene automaticamente esclusi. Il punteggio massimo è invece 90. Il punteggio è dato dalla somma del valore delle domande corrette, di quelle sbagliate e di quella a cui non si data risposta. Ecco, di seguito, quanto valgono le singole domande:

  • 1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • -0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
  • 0 punti per ogni risposta non data.

Come rispondere bene alle domande del Test di Medicina 2019

Per rispondere in maniera corretta alle domande del test di Medicina 2019 è importante studiare ed esercitarsi con le simulazioni messe a disposizione dal Miur online o sugli AlphaTest. Non solo bisogna ripassare argomenti studiati a scuola, come fisica, chimica, matematica e biologia ma bisogna porre particolare attenzione alle domande di logica e cultura generale, per le quali occorre allenarsi con quiz a risposta multipla. In Rete si trovano tantissime simulazioni, anche gratuite, le quali ripropongono in forma integrale le prove degli anni precedenti proposte dal Ministero durante i test d'ingresso, in modo da rendersi conto di cosa ci si troverà di fronte il giorno del test vero e proprio.

Test di medicina 2019, trucchi per non sbagliare le risposte alle domande

Se le simulazioni e il ripasso generale non bastano, ci sono alcuni piccoli trucchi da tenere presente per non sbagliare le risposte alle domande del test di Medicina 2019. Prima di tutto, si consiglia di leggere i giornali nei giorni prima della prova, dove potrebbero trovarsi spunti per i quesiti di cultura generale; di fare attenzione al vocabolario, dal momento che negli ultimi anni è spesso uscito il significato di parole considerate arcaiche o desuete (nel 2018, ad esempio, il termine "frattale" aveva mandato in crisi gli aspiranti camici bianchi); di studiare i test degli anni passati e di non farsi prendere dall'ansia per sfruttare al meglio tutto il tempo che si ha a disposizione per terminare la prova.