Una scossa di terremoto il cui epicentro si troverebbe in Croazia, avvertita distintamente dalla popolazione sulla costa adriatica italiana. La terra ha tremato a Trieste, Bologna, Verona, Milano e Padova così come nelle Marche e in Abruzzo. La scossa di magnitudo simile a quella del 30 ottobre del 2016 nel Centro Italia sarebbe di magnitudo 6.4, con una profondità di 10 km. Al momento sembra che in Italia non siano stati registrati danni a cose o persone. A Fanpage.it, l'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha raccontato la scossa di terremoto . Una forza incredibile se pensiamo che si è sentita in maniera distinta dalla Croazia fino a località come Benevento.

Danni a Zagabria, ma nessuno in Italia

Resta infatti confermata la prima rilevazione sulla forza del sisma. Una scossa di 6.4 che è il frutto della rilevazione soltanto dei macchinari. Con il perfezionamento dei dati potrebbe anche salire ancora un po' la stima, ma non abbiamo per ora notizie di danni a persone o cose. Le scosse delle ultime settimane, però, non sarebbero da collegare all'attività sismica rilevata in Croazia nella giornata di oggi. Mentre in Italia per adesso tutto tace, Zagabria è stata devastata dal terremoto: danni a strutture ma per ora nessuna notizia riguardante morti o feriti. Danni in diverse zone della Croazia, ma non abbiamo notizie di risvolti simili in Italia. Sono dati che dovrebbe dare la Protezione Civile a breve, ma nel nostro Paese sembra che a parte tanta paura, non vi siano stati altri effetti. Metà della città di Petrinja, invece, sarebbe stata distrutta dal sisma.