Una scossa di magnitudo 3.4 è stata registrata dall'Ingv questa notte intorno alle 3 in Sicilia nella zona di Milo, comune nel Catanese, proprio tra Catania e Taormina sulla costa est della Sicilia. L'ipocentro è stato invece localizzato a una profondità di 5 km. Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose. Tuttavia c'è stata tanta paura per la popolazione, svegliata dal sisma proprio nel cuore della notte. Il terremoto ha preoccupato i residenti principalmente nell’area di Giarre, Acireale, Riposto e via via risalendo fino alla piccola frazione di Milo, Fornazzo, insomma un'ampia fetta del versante orientale dell'Etna. In molti si sono riversati in strada nei territori che nelle ultime ore sono ancora flagellati dal maltempo. Proprio a Catania anche oggi, sabato 26 ottobre, le scuole restano chiuse a causa dei temporali che stanno mettendo in ginocchio la provincia.

Già ieri si erano verificate ben tre scosse di terremoto in Italia. La prima al largo di Cosenza, di magnitudo 4.4, avvertita in Calabria e fino al Cilento, poi a Camaiore, in Versilia, di intensità minore ma comunque avvertita dalla popolazione, che ha fatto arrivare decine di telefonate ai vigili del fuoco, e infine a Chioggia, in Veneto, sentita distintamente anche a Venezia e Jesolo.