Una scossa di terremoto di magnitudo 2.8 è stata registrata al largo della costa romagnola tra Ravenna, Rimini, Forlì e Cesena nella mattinata di oggi, sabato 24 agosto. Il sisma è stato segnalato dall'istituto di geofisica e vulcanologia alle 10:51, ad una profondità di 30 chilometri e con epicentro in mare, a circa 45 km a Nord Est di Rimini e a 47 km ad Est di Ravenna. È stato avvertito lievemente dai cittadini e dai numerosi turisti che stanno godendo degli ultimi giorni di vacanza in riviera. Al momento non si segnalano danni a cose o persone, ma solo un po' di paura, come testimoniano alcuni messaggi apparsi sui social network. Niente, tuttavia, per cui allarmarsi. Non è la prima volta nell'ultimo mese che si verifica un evento simile in Romagna. Solo il 17 agosto scorso una scossa di terremoto è stata avvertita alle 18.52 con epicentro a Premilcuore, in provincia di Forlì – Cesena, ed era stata avvertita anche a Santa Sofia, Portico e San Benedetto, Civitella di Romagna, San Godenzo, Bagno di Romagna, Rocca San Casciano, Pratovecchio Stia, Tredozio.

Qualche giorno prima, un altro sisma era stato registrato anche a Parma, sempre in Emilia Romagna, il 23 agosto ma di 3.9 gradi di magnitudo. Secondo le rilevazione dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, la scossa si è verificata a cinque chilometri a a sud est dal Comune di Borgo Val di Taro ad una profondità di sette chilometri ed è stata sentita dalla popolazione con segnalazioni in arrivo dai Comuni di Berceto, Corniglio, Solignano e Tizzano.