702 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Si sente male mentre è in cucina, 18enne muore improvvisamente a Treviso: attesa per l’autopsia

Un ragazzo di soli 18 anni, Hadel Alvarez Hernandez, è morto improvvisamente dopo essersi sentito male nella cucina della casa dove vive con la sua famiglia a Casella D’Asolo, nel Trevigiano: disposta l’autopsia per chiarire le cause del decesso.
A cura di Ida Artiaco
702 CONDIVISIONI
Immagine

Ha avuto un malore mentre si trovava in cucina nella sua casa a Casella D'Asolo, nel Trevigiano, e per lui non c'è stato scampo. È morto a soli 18 anni Hadel Alvarez Hernandez: la tragedia si è consumata nella mattinata di lunedì, 12 febbraio, probabilmente a causa di un infarto, ma sarà solo l'autopsia a chiarire le cause del decesso.

La famiglia del giovane, di origine dominicana, ha infatti chiesto e ottenuto che sul corpo del 18enne venisse effettuato l'esame autoptico. Hadel, che frequentava il Scuola di Formazione Professionale di Fonte, è stato trovato privo di sensi dal compagno della madre ma purtroppo le pratiche di rianimazione da lui avviate e poi proseguite da medico e infermieri del Suem 118 per almeno 25 lunghissimi minuti non sono serviti a salvare la vita al ragazzo.

Secondo i genitori, il 18enne non aveva nessun tipo di problema pregresso di salute ed amava lo sport, la palestra e il calcio, oltre alla musica. Per ora non è ancora stata fissata la data delle esequie che potrebbero svolgersi proprio a Casella d'Asolo dove Hadel viveva.

La mamma Madeline, alla notizia del decesso del figlio, è stata colpita da un malore e ricoverata in ospedale. Il 18enne si trovava a casa perché l'attività scolastica è in questi giorni sospesa per il Carnevale: lunedì mattina, dopo aver fatto colazione, in tarda mattinata, è stato colpito da un malore in cucina.

"Siamo veramente sconcertati per la perdita di questo allievo, Hadel, che frequentava il secondo anno di operatore ai servizi e alle vendite – ha commentato il direttore scolastico del Cfp di Fonte, Andrea Mangano -. È una perdita incolmabile per tutta la nostra comunità scolastica. Questa morte improvvisa è un evento che ci lascia senza parole: l'unica cosa che ci sentiamo di dire è di esprimere la nostra vicinanza alla famiglia. Stiamo esprimendo la nostra vicinanza anche agli allievi che si sono messi in contatto con noi e che sono ovviamente sconvolti".

Anche il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini, ha commentato quando accaduto: "Desidero esprimere a nome mio e di tutta la cittadinanza, alla famiglia di Hadel, il profondo cordoglio e il senso di smarrimento per una perdita così tragica. Alla famiglia oltre al nostro cordoglio, oltre alla nostra vicinanza va anche la disponibilità per qualsiasi necessità".

702 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views