842 CONDIVISIONI
Coronavirus
7 Marzo 2021
09:39

Scuole chiuse per Covid, da domani dad per 5,7 milioni di studenti: l’elenco regione per regione

Aumenta l’elenco delle scuole chiuse per Covid nelle regioni, province e comuni che si trovano in zona rossa o che hanno superato una incidenza di 250 casi per 100mila abitanti come previsto dal nuovo Dpcm. Da domani, lunedì 8 marzo, tornano i dad 5,7 milioni di studenti italiani: ecco la mappa aggiornata delle chiusure regione per regione.
A cura di Ida Artiaco
842 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La risalita della curva del contagio e la circolazione delle varianti del Covid sta costringendo numerose regioni, province e comuni, a prendere provvedimenti di chiusura delle scuole. L'elenco degli istituti che fermano le lezioni in presenza aumenta giorno dopo giorno: da domani, lunedì 8 marzo, secondo quanto calcolato da Tuttoscuola, sono ben 5,7 milioni gli studenti italiani che torneranno alla didattica a distanza. Tra questi, ben 200 mila alunni con disabilità, i due terzi del totale. Il provvedimento riguarda i territori che sono passati in zona rossa e arancione rafforzato, oltre che quelli che presentano una incidenza superiore ai 250 casi ogni 100mila abitanti, così come previsto dall'ultimo Dpcm firmato dal premier Draghi e in vigore da ieri, sabato 6 marzo.

Dove chiudono le scuole per Covid

A livello regionale, sono chiuse le scuole in Campania, Molise e Basilicata, in zona rossa, ma anche in Alto Adige, dove fino al 14 marzo è in vigore il lockdown rigido stabilito con ordinanza del presidente Arno Kompatscher; ancora niente lezioni in presenza neanche in Emilia Romagna e Lombardia, in zona arancione rafforzato, e in Piemonte dove si torna alla dad al 100%. Scuole chiuse in tutta la Regione Abruzzo fino a diverso provvedimento, ma anche in Calabria per le prossime due settimane e in Puglia fino al 14 marzo. Da lunedì 8 marzo a sabato 20 marzo su tutto il territorio regionale del Friuli Venezia Giulia è disposta la chiusura per le scuole medie, superiori e università. Fino al 14 marzo nelle Marche niente scuole nelle province di Ancona e Macerata in zona rossa. Confermata anche la Dad al 100% delle scuole di ogni ordine e grado e degli atenei, mentre quelle diPesaro e Urbino, Fermo e Ascoli Piceno restano in zona arancione, con la Dad al 100% delle scuole medie, superiori e delle università, adottata con provvedimento regionale.

In Umbria proseguirà fino al 21 marzo la didattica a distanza per tutte le scuole primarie e secondarie, statali e paritarie, della provincia di Perugia. Lo prevede la nuova ordinanza della Regione. In Toscana, da lunedì 8 marzo chiudono anche per 5 giorni le scuole di Pistoia e provincia, ma anche a Civitella Paganico, in provincia di Grosseto, a Marciano della Chiana, in provincia di Arezzo, a Castelnuovo Berardenga in provincia di Siena e a Certaldo, in provincia di Firenze, dove sessanta bambini di una scuola materna sono risultati positivi. Istituti chiusi anche a Lucignano in provincia di Arezzo. Per i capoluoghi di provincia, scuole chiuse la prossima settimana nel comune di Arezzo e in quello di Siena e nei comuni già proclamati zona rossa, vale a dire Cecina, in provincia di Livorno e Castellina Marittima, in provincia di Pisa. In Sicilia, ritorno alla dad per gli studenti di Caccamo, San Cipirello e San Giuseppe Jato, in provincia di Palermo; Castell’Umberto, Cesarò, Fondachelli Fantina e San Teodoro, nel Messinese; Licodia Eubea e Santa Maria di Licodia, nel Catanese; Montedoro, Riesi e Villalba, in provincia di Caltanissetta ed Enna.

Rischio dad per 9 studenti su 10

Ma nei prossimi giorni rischiano di finire in didattica a distanza, per via del nuovo Dpcm, altri 9 studenti italiani su 10 (90,1%) degli 8,5 milioni di alunni iscritti nelle scuole statali e paritarie. È quanto emerge sempre dall'analisi di Tuttoscuola sui dati della Fondazione Gimbe. Si tratterebbe di 7,6 milioni di ragazzi che resterebbero a casa in virtù del nuovo provvedimento che dispone la chiusura delle scuole nelle aree con più di 250 contagi settimanali su 100mila abitanti. Veneto, Piemonte, Lazio e Friuli Venezia Giulia potrebbero essere le prossime Regioni a chiudere completamente gli istituti scolastici. Si potrebbero salvare da questa chiusura totale la Sicilia (indice a 142) con 615.891 alunni a scuola, la Val d’Aosta (indice 113) con 15.552 in presenza e la Sardegna (indice 61) con 207.286 alunni in zona bianca.

842 CONDIVISIONI
27144 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni