3.027 CONDIVISIONI
26 Luglio 2021
09:21

Sardegna, cane pastore non scappa dalle fiamme per difendere le pecore: “Ustionato, perde pezzi di pelle”

Il suo corpo è ricoperto di ustioni. Avrebbe potuto mettersi in salvo da quelle fiamme che stanno distruggendo la Sardegna. Ma lui, cane pastore, ha preferito restare fermo davanti quel muretto e proteggere il suo gregge a Tresnuraghes, nel Montiferru, la zona più colpita dagli incendi sull’isola. Ora si trova alla clinica veterinaria Duemari di Oristano: “I grandi ustionati non migliorano. Perdono pezzi. Si tratta di vedere quanti pezzi perderà. Se supera una determinata percentuale sarà morto”, fanno sapere a Fanpage.it dal centro.
A cura di Biagio Chiariello
3.027 CONDIVISIONI

Non solo campagne, terreni e migliaia e migliaia di ettari divorati dalle fiamme in Sardegna. Gli incendi nell’Oristanese hanno visto vittime moltissimi animali, alcuni dei quali non sono riusciti a scampare al fuoco. Altri, invece, come un cane da pastore recuperato a Tresnuraghes, al confine con la regione storico-geografica del Montiferru, sono stati più fortunati: sarebbe rimasto fermo davanti al muretto per difendere le sue pecore. L'animale, di cui non si conosce il nome, è diventato il simbolo degli incendi in Sardegna. Ora è ferito con ustioni alle zampe, ai polpastrelli e al muso, i veterinari della clinica veterinaria Duemari di Oristano, dove è ricoverato, non sanno ancora se riuscirà a sopravvivere.

"I grandi ustionati non migliorano. Perdono pezzi di pelle. Si tratta di vedere quanti ne perderà. Se supera una determinata percentuale sarà morto – fanno sapere a Fanpage.it dalla clinica – Il rene collassa. E non riesce più ad allontanare la tossicità che derivano dalla necrosi. Un altro cucciolo ha avuto i polmoni ustionati dalla inalazione dell’aria rovente. È sotto ossigeno ma soffre terribilmente".

Le fiamme in Sardegna hanno devastato oltre 20mila ettari di territorio, distrutto aziende agricole, danneggiato case, provocato migliaia di sfollati. Questo il pesantissimo bilancio dell'enorme rogo scoppiato nel Montiferru, nell'Oristanese. A ciò si aggiunge il dramma degli animali: non si conoscono le cifre, ma sui social e sui media locali giungono ora dopo ora immagini di animali bruciati vivi o morti soffocati per il fumo inalato.

3.027 CONDIVISIONI
Sicilia, incendio nella baraccopoli dei migranti: muore bracciante impiegato nella raccolta olive
Sicilia, incendio nella baraccopoli dei migranti: muore bracciante impiegato nella raccolta olive
Previsioni meteo 6 ottobre, Italia nella morsa del maltempo: temporali e temperature in calo
Previsioni meteo 6 ottobre, Italia nella morsa del maltempo: temporali e temperature in calo
Per l'Iss i contagi Covid sono sotto controllo: "Ma continuare a vaccinare contro la variante Delta"
Per l'Iss i contagi Covid sono sotto controllo: "Ma continuare a vaccinare contro la variante Delta"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni