Da Rifugio La Tana del Bianconiglio
in foto: Da Rifugio La Tana del Bianconiglio

Il suo destino sembrava già segnato dalla nascita, allevata e cresciuta per essere poi uccisa e macellata per il consumo umano ma proprio sulla strada che avrebbe dovuta portarla al mattatoio è arrivato il gesto inatteso della maialina, un salto dal tir verso la libertà che le è valso ora una nuova casa dove non dovrà mia più temere di essere uccisa. È la storia della maialina Senia così ribattezzata da chi ora si è preso cura di lei, che ora si prepara una nuova vita in un santuario per animali liberi. La sua storia è iniziata nel luglio scorso alle porte di Siena, in Toscana, quando l'animale è improvvisamente saltato giù dal rimorchio di un camion carico di maiali destinati alla macellazione senza che nessuno se ne accorgesse.

Gli agenti di polizia l'avevano trovata a vagare sulla strada 73 di Ponente a Costalpino ed era stata condotta in un allevamento fuori città. Il suo gesto però aveva emozionato e colpito tante persone ed era partita una vasta campagna di sensibilizzazione nella comunità locale perché le fosse salvata la vita e così è stato. Dopo una serie di procedure burocratiche, nei giorni scorsi Senia è arrivato a Castiglione d’Orcia, sempre in provincia di Siena, dove la maialina è stata accolta nel rifugio “La Tana del Bianconiglio”, uno spazio che già ospita una sessantina di animali salvati dallo sfruttamento e da una morte violenta nei mattatoi.

"Questo suino non è stato solo fortunato, ma caparbio cercando con tutte le forze di non diventare prosciutto e salsicce. Henry Ford disse che ‘quelli che rinunciano sono più numerosi di quelli che falliscono’. Mi piace pensare che abbia lottato per sfuggire a un destino già scritto" ha commentato il sindaco. "Senia è libera e vivrà al rifugio la vita che ha sempre desiderato!" hanno esultato i gestori del centro per animali , aggiungendo:" Sapete cosa ha fatto Senia appena arrivata al santuario? Un piccolo giro di perlustrazione e dopo pochi minuti è entrata nella sua casetta di legno con la paglia calda e ci si è completamente immersa dentro fino a coprirsi il muso…avrà pensato “finalmente posso vivere in pace! Benvenuta Senia"