Lotti del "Sale Fino di Sicilia più Iodio" prodotto dalla Italkali (confezione da 1 chilogrammo) sono state ritirate dalla catena di supermercati Coop ubicati in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Repubblica di San Marino, Marche, Abruzzo, Puglia e Basilicata. In un avviso sul suo sito internet la catena della grande distribuzione ha invitato i consumatori a non consumare il prodotto, a causa della non conformità dell’imballaggio. "La non conformità – si legge sul sito Coop – riguarda le confezioni appartenenti ai lotti RL 21064328 e RL 21064344 che non devono essere consumate e per questo vi invitiamo a restituirle al punto vendita". Il prodotto in questione, prodotto dalla Italkali Società Italiana sali alcalini, storica azienda siciliana, leader europea di settore, è un sale fino estratto da salgemma nei giacimenti di Petralia, in Sicilia, addizionato da iodio aggiunto come iodato di potassio.

Ma qual è il motivo del ritiro di questi stock di Sale Fino di Sicilia? Presto detto: si tratta della composizione della scatola di cartone, contenente, pare, un eccesso di piombo. Un problema non drammatico, sia chiaro, ma che rende la confezione non conforme al contatto con gli alimenti. Di qui la decisione di disporre il ritiro dei lotti di prodotto contrassegnati dal codice indicato nell'avviso.

L'avviso della Coop circa il ritiro di alcuni lotti di Sale di Sicilia Italkali
in foto: L'avviso della Coop circa il ritiro di alcuni lotti di Sale di Sicilia Italkali