3.114 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Luglio 2020
07:48

Ritrovati 125 dei 184 migranti fuggiti ieri dal Cara di Caltanissetta

Sono stati rintracciati e riportati al Cara di Pian del Lago di Caltanissetta 125 migranti su un totale di 184 che si erano allontanati ieri dalla struttura. A renderlo noto è stato Roberto Gambino, sindaco di Caltanissetta, dopo la fuga in massa avvenuta ieri sera. Proseguono le ricerche degli altri richiedenti asilo ancora con riportati nella struttura.
A cura di Davide Falcioni
3.114 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sono stati rintracciati e riportati al Cara di Pian del Lago di Caltanissetta 125 migranti su un totale di 184 che si erano allontanati ieri dalla struttura. I richiedenti asilo erano obbligati a rispettare la quarantena. Ieri tuttavia, intorno alle 18, hanno iniziato una fuga di massa. Le forze dell'ordine hanno lavorato tutta la notte per rintracciarli e stanno continuando le ricerche. Molti di loro  sono fuggiti scalzi tra le campagne. "Mi sto recando in Comune – ha detto il sindaco Roberto Gambino – a scrivere una nota al ministro Luciana Lamorgese ribadendo che la struttura di Caltanissetta non è in grado di contenere queste persone, perché evidentemente non è idonea. Pretendo che non venga più nessuno a Caltanissetta e che il Cara venga svuotato da chi è in i quarantena. Ringraziamo le forze dell'ordine per aver rintracciato più di 100 migranti ma rimango dell'opinione che non possano stare qui".

Stando a una prima ricostruzione, gli ospiti del Cara ieri sera hanno forzato un cancello della struttura poi poi allontanarsi: alcuni sono stati visti e bloccati in via Rocester a piedi scalzi, nella strada che porta al centro della città, mentre altri sono stati intercettati nella zona vicino al Cara; la stragrande maggioranza di loro, comunque, sono stati recuperati nella notte. La situazione aveva suscitato una certa preoccupazione dal momento che i richiedenti asilo, seppur negativi ai test, avrebbero dovuto rispettare un periodo di quarantena: "Avrete già letto dei 100 migranti scappati a Caltanissetta. Si aggiungono ai tunisini scappati a Pantelleria e a quelli evasi dall’hotspot di Pozzallo, i quali, a loro volta, si sommano a tutti gli altri. Nessuno dica che è responsabilità delle forze dell’ordine: fanno tutto quello che possono e siamo loro grati. È semplicemente sbagliato che si faccia finta di nulla da parte del governo di Roma e che si dica che ‘tutto va bene'. Pretendo rispetto per la Sicilia, non può essere trattata come una colonia. Abbiamo dato disponibilità e chiediamo reciprocità, ma vediamo che nella gestione del fenomeno migratorio c’è troppa improvvisazione e superficialità". A scriverlo su Facebook il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

3.114 CONDIVISIONI
27596 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni