Continuano i richiami di prodotti alimentari nel nostro Paese a causa della presenza di sesamo con ossido di etilene oltre i limiti di legge tra gli ingredienti. Gli ultimi in ordine di tempo annunciati dal ministero della salute attraverso il proprio portale dedicato agli Avvisi di sicurezza riguardano alcuni loti di Barrette Bio vendute a marchio "Taste of Nature". Nel dettaglio, oggetto del richiamo sono il  lotto numero L0820 di barrette Bio alle mandorle con data di scadenza o termine minimo di conservazione fissai  al 21 ottobre 2021 e il lotto numero L0820 di barrette ai Cranberries  Bio con data di scadenza o termine minimo di conservazione al 21 ottobre 2021.

Si tratta in entrambi i casi di barrette prodotte dall'azienda Taste of Nature Foods Inc nel proprio stabilimento di Markham, in Canada, e poi importate in Olanda dalla ditta Madal Bal e vendute in confezioni da 40 grammi ciascuna. Come recitano i due avvisi di richiamo datati 21 dicembre ma pubblicati solo oggi sul sito del Ministero, il richiamo è stato disposto in via precauzionale per un possibile rischi chimico per i consumatori dovuti alla presenza di ossido di etilene oltre i limiti di legge. Si raccomanda dunque di non consumare il prodotto ma di riconsegnarlo al punto vendita di acquisto.

Ossido di etilene oltre i limiti di legge: centinaia di prodotti richiamati

Quelli delle barrette bio sono solo gli ennesimi richiami di prodotti alimentari scatenati dalla scoperta di una grossa partita di semi di sesamo con ossido di etilene oltre i limiti di legge. I prodotti interessati sono ormai centinaia e riguardano le più disparate categorie di cibi.