Immagine di archivio
in foto: Immagine di archivio

“Sono scesa solo per poco tempo per andare a fare la spesa”, così una donna di 42 anni si è giustificata davanti agli agenti di polizia dopo aver lasciato i tre figli di 2, 3 e 5 anni chiusi fuori sul balcone di casa al sole e un altro ancora più piccolo da solo in casa. L’episodio nella giornata di lunedì in via dell'Acquario, a Rimini, dove poliziotti e vigili del fuoco sono stati chiamati a intervenire dopo una richiesta di aiuto lanciata dai vicini di casa della famiglia preoccupati per quei piccoli che piangevano disperatamente rinchiusi sul balcone. Mancavano poco alle 13 quando alcuni residenti della zona si sono accorti di loro e gli hanno anche lanciato delle bottigliette d'acqua per farli bere.

Per liberarli però è stato necessario l’intervento di una squadra di vigili del fuoco che, con un'autoscala, ha raggiunto il balcone e portato a terra i piccoli sani e salvi. Sempre i pompieri hanno poi alzato la serranda della porta finestra scoprendo che all’interno dell'appartamento vi era un altro bimbo di due anni, fratellino dei tre che dormiva da solo in culla in casa. Sul posto è stata fatta intervenire anche un'ambulanza del 118 i cui sanitari a bordo hanno visitato precauzionalmente i bimbi che però se la sono cavata solo con un grande spavento. Solo a quel punto è comparsa la madre con le buste della spesa scoprendo quello che era accaduto. La donna ha spiegato di essere uscita solo per una mezz’ora per fare la spesa raccontando di aver affidato i figli a un'amica vicina di casa che però si è scoperto non aveva le chiavi dell'abitazione. Per questo la 42enne è stata denunciata a piede libero dalla Polizia con l'accusa di abbandono di minori.