Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Omicidio stamane, martedì 7 gennaio, in località Ferrito di Villa San Giovanni (Reggio Calabria). Un uomo ha imbracciato un fucile da caccia e ha aperto il fuoco contro i suoi fratelli uccidendone uno. Il presunto omicida è Antonio Bellantone, settantacinque anni, accusato di aver ucciso il fratello Giuseppe, di ottantuno anni. Il delitto, secondo una prima ricostruzione dei fatti, è avvenuto al culmine di una lite familiare intorno alle 8.30 di questa mattina. I fratelli stavano coltivando un terreno agricolo in via Nazionale, in comproprietà tra i fratelli, ubicato nella frazione di Villa San Giovanni. Antonio Bellantone li avrebbe aggrediti per dissidi di vicinato e confini di terreni.

Inutile l'intervento dei soccorsi: l'uomo colpito è morto sul posto – A un certo punto, durante la lite tra fratelli, il settantacinquenne ha imbracciato il fucile da caccia e ha sparato alcuni colpi contro i familiari, uno dei quali ha appunto centrato Giuseppe. Inutile per lui l'intervento dei soccorsi: l'uomo è morto sul colpo, troppo gravi le ferite riportate. Anche un altro fratello, il sessantasettenne Salvatore, è rimasto ferito. Quest'ultimo è stato colpito alla gamba e alla clavicola sinistra ed è stato trasportato al pronto soccorso del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria. Non sarebbe, comunque, in gravi condizioni. L’autore del delitto a Villa San Giovanni è stato bloccato dai carabinieri della compagnia locale poco lontano dalla scena del crimine.