30 Novembre 2022
17:27

Ravenna, cinquantenne si finge malato di cancro e si fa mantenere dalle amanti conosciute online

Un cinquantenne romagnolo finirà a processo per aver estorto decine di migliaia di euro ad amanti conosciute e corteggiate online.
A cura di Davide Falcioni

“L'amore è cieco”, recita un vecchio detto popolare. Ne sa qualcosa la donna triestina che – dopo essere stata a lungo corteggiata online – si è innamorata di un uomo che ben presto le ha chiesto di aiutarla a saldare vecchi debiti e reperire fondi per curare una rara malattia alle ossa che lo stava logorando. Il tutto, naturalmente, in cambio della promessa di sposarla e mettere su famiglia.

La donna, una cinquantenne triestina, ha abboccato fidandosi ciecamente di quell'uomo dai modi gentili e apparentemente innamorato. Peccato che non ci fosse niente di vero. Dopo avergli donato circa 25mila euro, la malcapitata ha scoperto che quello che credeva essere il suo fidanzato si era rivolto anche ad altre amanti sempre con un occhio di riguardo per i loro conti correnti. Per questo la donna si è rivolta ai carabinieri ed ha sporto denuncia nei confronti  di un 50enne residente nella Bassa Romagna, in provincia di Ravenna, per il quale si è aperto il processo per truffa.

Come racconta il Corriere di Romagna la vittima si è costituita parte civile con l’avvocato Pierluigi Marino, e ieri mattina è comparsa davanti al giudice Roberta Bailetti raccontando con disincanto l’abbaglio avuto.

I contatti tra i due sono cominciati nell'ormai lontano 2018. L'uomo si era presentato su Instagram e ben presto si era dimostrato molto gentile e simpatico, fino ad instaurare con la donna un bel rapporto di confidenza: le aveva raccontato la sua infanzia, i problemi in famiglia, le lauree, gli interessi sportivi, musicali, enogastronomici. Per finire la malattia e il tracollo finanziario. "Mi parlò di una cartella esattoriale da 15mila euro – ha spiegato ieri la donna nella denuncia -. Mi diceva inoltre di sentire di nuovo i sintomi di una rara forma di tumore osseo che aveva debellato anni prima. Io volevo aiutarlo, ero innamorata e credevo che anche lui lo fosse".

La cinquantenne aveva quindi deciso di mettere mano al portafogli: pensando una futura vita insieme, aveva scelto di aiutarlo facendosi garante di un prestito pari al presunto debito dell’amante con il fisco. Delle rate mensili che l’uomo avrebbe dovuto inviarle, tuttavia, non aveva ricevuto niente.

La donna nel frattempo si è rifatta una vita sentimentale ed è stato anche grazie al nuovo compagno che è riuscita a scoprire di essere stata truffata. Il cinquantenne romagnolo era tutt'altro che nullatenente: fisico abbronzato e palestrato, non solo non dava l'idea di essere malato ma possedeva un’ Audi Q7e su Instagram e Tik Tok mostrava di fare la bella vita pubblicando foto di cene e vacanze, oscurando all’occorrenza i profili. L’auto, tuttavia, era intestata a un’altra donna, che contattata ha ammesso di essere stata a sua volta vittima di un raggiro d’amore.

Sopravvissuto all'Olocausto truffato da una donna conosciuta online: gli ha rubato quasi 3 milioni
Sopravvissuto all'Olocausto truffato da una donna conosciuta online: gli ha rubato quasi 3 milioni
Finge cancro e cure chemio su tiktok per raccogliere soldi, 19enne arrestata per truffa
Finge cancro e cure chemio su tiktok per raccogliere soldi, 19enne arrestata per truffa
Grenfell Tower, malati di cancro i pompieri che cercarono di spegnere l'incendio che uccise 72 persone
Grenfell Tower, malati di cancro i pompieri che cercarono di spegnere l'incendio che uccise 72 persone
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni