Un adolescente di 16 anni è rimasto ferito gravemente dopo essere stato folgorato da una improvvisa scarica elettrica mentre usciva dall'acqua sulla spiaggia di Rapallo, nella città metropolitana di Genova. L'incidente nel pomeriggio di sabato 3 agosto nella zona del Castello. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzino, per motivi tutti da accertare, avrebbe inavvertitamente toccato dei fili elettrici mentre stava uscendo dall'acqua ed era bagnato. Inevitabile la scarica elettrica che lo ha attraversato lasciandolo esanime a terra. Gli immediati soccorsi sanitari sono riusciti salvargli la vita per un soffio ma ora resta ricoverato in gravi condizioni. Fondamentale per salvargli la vita l'uso di un defibrillatore che era in dotazione a una delle spiaggia della zona. Il ragazzo, che compirà 17 anni tra pochi giorni, infatti era già in arresto cardiaco.

I medici del 118 accorsi sul posto hanno proseguito le manovre rianimatorie per alcune decine di minuti prima del trasporto in codice di massima urgenza all'ospedale di Lavagna a bordo di un’ambulanza. Ora il minore è ricoverato in rianimazione e le sue condizioni rimangono gravi. La vittima dell'incidente è un ragazzino originario del Portogallo e residente in Svizzera che era  in vacanza con i genitori sulla riviera ligure. Sull'incidente che lo ha coinvolto indagano ora i carabinieri, intervenuti sul posto insieme al personale della Guardia Costiera ai vigili del Fuoco e agli agenti della polizia municipale.

L'area dove è avvenuto il fatto è stata posto sotto sequestro per ordine della magistratura per effettuare rilievi approfonditi e capire cosa sia accaduto. A seguito dell'incidente anche l'amministrazione di Rapallo ha emesso un'ordinanza per  interdire alla balneazione il tratto di costa dell’antico castello e in un specchio di mare  non inferiore a 100 metri dal perimetro della scogliera "per ragioni di pubblica incolumità". Il sospetto infatti è che il giovane possa aver toccato dei fili elettrici scoperti dell’impianto di illuminazione dell’area esterna al castello.