284 CONDIVISIONI
Covid 19
7 Maggio 2021
11:45

Quali sono le regioni con indice Rt superiore a 1 e quelle che rischiano di cambiare colore

Secondo l’ultimo monitoraggio Iss, solo una regione e una provincia autonoma presentano un indice Rt superiore alla soglia di guardia di 1. Si tratta di Molise e Bolzano. Dati in miglioramento: nessuna Regione a rischio alto per la seconda settimana consecutiva. Ecco, allora, come potrebbero i colori delle Regioni da lunedì 10 maggio.
A cura di Ida Artiaco
284 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In Italia c'è un miglioramento generale del rischio per l'epidemia di Covid, con nessuna Regione a rischio alto per la seconda settimana consecutiva. È quanto si legge nella bozza del monitoraggio settimanale sulla situazione epidemiologica realizzato da Istituto superiore della Sanità e Ministero della Salute. A livello nazionale cala l'incidenza, al momento ferma a 127 casi ogni 100mila abitanti, anche se è salito leggermente l'indice Rt, ora a quota 0,89 rispetto allo 0,85 di sette giorni fa. Tuttavia, ci sono numeri diversi a seconda delle varie regioni, che proprio oggi, sulla base dei dati del report, sapranno se dovranno cambiare colore da lunedì 10 maggio.

L'indice Rt regione per regione

Per quanto riguarda l'indice Rt, cioè l'indice di trasmissibilità del virus, quasi tutte le regioni italiane sono sotto la soglia di guardia di 1. Ecco, di seguito, l'elenco dettagliato:

    • Abruzzo 0.82
    • Basilicata 0.82
    •  Calabria 0,74
    •  Campania 0.95
    • Emilia-Romagna 0.92
    • Friuli Venezia Giulia 0.78
    •  Lazio 0.91
    • Liguria 0.96
    • Lombardia 0.92
    •  Marche 0.94
    • Molise 1.25
    •  Piemonte 0.84
    • Provincia di Bolzano 1.07
    • Provincia di Trento 0.97
    • Puglia 0.91
    • Sardegna 0.74
    •  Sicilia 0.89
    • Toscana 0.88
    • Umbria 0.93
    •  Val d'Aosta 0.93
    • Veneto 0.95

Secondo il report Iss, anche sulla base di incidenza e pressione ospedaliera, sei Regioni e province autonome hanno una classificazione di rischio moderato (di cui una, Calabria, ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) . Le altre 15 Regioni e province  hanno una classificazione di rischio basso. Una Regione (Molise) e una Provincia Autonoma (Bolzano) hanno un Rt puntuale maggiore di uno, ma con il limite inferiore sotto l'uno. Nessuna Regione a rischio alto per la seconda settimana consecutiva

Verso il nuovo cambio di colori

Secondo le previsioni e i dati del monitoraggio Iss, l’Italia dovrebbe essere quasi tutta in zona gialla da lunedì 10 maggio. Calabria, Puglia e Basilicata dovrebbero passare dall’arancione al giallo. La Sicilia dovrebbe restare in arancione, mentre la Valle d’Aosta dal rosso dovrebbe passare arancione dato che l’incidenza settimanale è scesa sotto la soglia dei 250 casi per 100 mila abitanti. In bilico la Sardegna, che potrebbe restare arancione un'altra settimana anche se ieri la Regione si è appellata al Ministro Speranza per un ritorno al giallo. La conferma dei cambi di colore arriverà solo questa sera con l'ordinanza firmata dal ministro Speranza.

284 CONDIVISIONI
27514 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni