Si sono laureati lo stesso giorno, alla stessa facoltà e con una tesi di laurea sullo stesso argomento. È questa la storia di Lorenzo Chiaramonti e di sua mamma Daniela Lombardi, che hanno indossato la corona d'alloro lo scorso 18 febbraio al Pin Polo Universitario Pratese, dopo aver portato a termine il loro percorso di studi in Progettazione e gestione di eventi dell'arte e dello spettacolo. Il primo ad iscriversi era stato il figlio, seguito subito dopo dalla madre, che ha sempre lavorato nel mondo dello spettacolo. Lei, spinta da una forte curiosità, ha chiesto a lui se la sua presenza in facoltà potesse infastidirlo, ma alla risposta negativa del ragazzo non ci hanno pensato due volte e hanno dato inizio alla loro avventura.

"Ringraziamo parenti ed amici che ci sono stati vicini – ha scritto Daniela sul suo profilo Facebook -. Probabilmente tanto interesse è stato suscitato oltre a vedere uniti madre e figlio in questo percorso di studi, al fatto che Francesco Nuti, oggetto delle nostre due tesi è ancora nel cuore di tutti. È stato un onore dare voce a chi purtroppo non l'ha più, incoraggiati da uno competente relatore, il Prof. Luigi Nepi, che ci ha elargito preziosi consigli". L'argomento scelto dai due è in effetti legato all'attività dell'attore e regista fiorentino Francesco Nuti, dal 2006 costretto a vivere su una sedia a rotelle in seguito ad un incidente domestico: la tesi discussa da Daniela si intitola "Pinocchio c'è ancora", quella di Lorenzo: "Francesco Nuti, il fantasista del cinema italiano dal cuore pratese".

Non è la prima volta che una coppia di madre e figlio tenta l'impresa di laurearsi in contemporanea: è già successo a Torino, dove Lia Perrone e sua mamma Grazia Tarallo hanno festeggiato insieme il conseguimento della laurea magistrale in Scienze economiche, dopo la triennale, e anche in Calabria, dove Loredana Ambrosio e sua figlia Francesca Pecora, una ragazza di ventitré anni affetta dalla sindrome di Down, si sono laureate in Comunicazione e Dams.