video suggerito
video suggerito
Oroscopo del giorno

Plutone entra nel segno dell’Acquario fino al 12 giugno 2023: cosa cambia per chi ha il pianeta contro o a favore

Plutone entra in Acquario dal 23 marzo al 12 giugno 2023 e parla di diritti civili, libertà, indipendenza e tanta voglia di cambiare. Gemelli, Bilancia, Ariete e Sagittario avranno Plutone a favore. Leone, Scorpione e Toro, invece, avranno il pianeta a sfavore. Ma non tutti, occhio alle date!
A cura di Ginny Chiara Viola
83 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Plutone è entrato nel segno dell'Acquario e questo è un passaggio astrologico molto importante. Procediamo con ordine: nel 2023 Plutone si fermerà soltanto al grado 0 del segno dell'Acquario dal 23 marzo fino al 12 giugno. Plutone, all'interno del sistema solare, è il pianeta più lontano dal Sole, quindi la sua orbita è la più lunga e dura 248 anni. Questo significa che l'ultima volta che Plutone è entrato nel segno dell'Acquario correva l'anno 1778.

Plutone resta in transito in ciascuno dei 12 segni zodiacali tra i 15 e i 20 anni, e quindi ogni volta che entra in un nuovo segno zodiacale indica un importante cambiamento, anche se questa volta si fermerà nel segno dell'Acquario per soli 3 mesi.

In astrologia Plutone è il pianeta che simboleggia il potere, anche politico ed economico, tutto ciò che è nascosto e sotterraneo, le radici ma anche il controllo. Quando è entrato nel segno del Capricorno, nel 2008, ha mandato in crisi le banche e tutti i sistemi di controllo economico. Invece, con l'ultimo Plutone in Acquario, abbiamo avuto la rivoluzione francese, nel 1789, che ha sradicato la tradizionale monarchia e ha dato il via a diverse rivoluzioni in tutta europa.

Il significato di Plutone in Acquario

Plutone in Acquario in questo momento, considerando anche gli altri aspetti astrologici importanti, indica il bisogno di vedere riconosciuti i diritti di tutti ma anche la capacità di uscire dalla comfort zone delle tutele per aprirci all'indipendenza e all'espressione personale. Saranno sempre meno solide le strutture gerarchiche piramidali e sempre più forte la libera iniziativa personale.

A livello personale Plutone ha a che fare con la nostra zona d'ombra, i nostri desideri e le passioni viscerali, i bisogni più profondi e bestiali, le perversioni e i famosissimi scheletri nell'armadio (chi non ne ha?). Quando Plutone ci sollecita un pianeta personale allora siamo chiamati a confrontarci con le ferite, i traumi e le paure che ci portiamo dietro da sempre. Quando invece Plutone è a nostro favore saremo travolti da una passione che non potremo ignorare. Ricordiamoci però che Plutone è un pianeta lentissimo, e quindi coinvolge ogni anno pochissime persone ma, sia in positivo sia in negativo, porta grandi cambiamenti e rivoluzioni.

Chi ha Plutone a favore?

Nel 2023 avranno Plutone a favore tutti coloro che nel loro tema natale hanno il Sole, l'Ascendente o la Luna ai gradi 0, 1 o 2 dei segni: Gemelli, Bilancia, Ariete e Sagittario. Mentre per sapere in quale segno zodiacale e a quanti gradi cadono l'Ascendente e la Luna dovete di necessità fare il vostro tema natale, per il Sole basta conoscere la data di nascita. Avranno quindi Plutone a favore del proprio Sole nel 2023 i nati dal 21 al 23 marzo, dal 21 al 23 maggio, dal 22 al 24 settembre e dal 22 al 24 novembre.

Chi ha Plutone a sfavore?

Plutone a sfavore, invece, coinvolge tutti coloro che hanno il Sole, l'Ascendente o la Luna e i gradi 0, 1 o 2 dei segni: Leone, Scorpione e Toro. In questo caso i nati tra il 23 e il 25 luglio tra il 23 e il 25 ottobre e tra il 20 e il 22 aprile. Non preoccupatevi però perché, nonostante qualche momento di difficoltà, questa di Plutone è un'esperienza magnifica che porta ad una grandissima evoluzione personale. Non abbiate paura di buttarmi nella profondità del nostro io.

83 CONDIVISIONI
1969 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views