Un uomo di trentotto anni è stato trovato senza vita in un settore isolato dell’ospedale San Jacopo di Pistoia. Secondo la ricostruzione del quotidiano “La Nazione”, nella mattinata di sabato l’uomo era andato in ospedale per far visita al figlio e alla moglie ricoverati ma probabilmente è stato stroncato da un malore prima di poter arrivare nella loro camera. Solo dopo ore il trentottenne è stato trovato morto accasciato su una sedia in un’ala secondaria della struttura. È stato ritrovato nel momento in cui i familiari, che non lo vedevano arrivare in reparto e non riuscivano ad avere più sue notizie, hanno dato l’allarme. Dalla ricostruzione fatta successivamente grazie alle telecamere di sorveglianza, l’uomo – un trentottenne di origine calabrese ma residente a Gorizia – mostrava evidenti segni di dolore e ha iniziato a vagare in un percorso esterno a quello che porta ai reparti. A un certo punto si è accasciato su una sedia e lì è stato stroncato, probabilmente da un infarto. Nessuno però si è accorto di quello che era successo dato che il settore deve è stato ritrovato non conduce ai reparti e quindi non solo non è frequentato dai familiari dei pazienti, ma anche il personale dell'ospedale ci passa solo occasionalmente. Lo hanno trovato solo in serata, ormai privo di vita. Per lui ormai non c'era niente da fare.

L'uomo non è riuscito a dare l'allarme – Il trentottenne aveva con sé il cellulare funzionante, ma non sono state trovate chiamate in uscita. Evidentemente non è riuscito a dare l'allarme. Il malore lo ha stroncato a poca distanza dalla moglie e dal figlio. Sul posto sono intervenuti agenti della polizia e il magistrato di turno che ha disposto l'autopsia, che dovrà chiarire le cause del decesso. Stamani il magistrato ha affidato l'incarico a un medico legale.