652 CONDIVISIONI
Coronavirus
4 Giugno 2021
15:26

Perché è importante vaccinare i minori, il pediatra: “Casi covid rari ma possono essere gravi”

L’incidenza di infezioni da Sars-CoV-2 in queste categorie è molto bassa ma, anche se rare, le conseguenze della malattia possono essere molto gravi” ha ricordato Guido Castelli Gattinara, pediatra del Bambino Gesù di Roma. “La vaccinazione creerà delle scuole che saranno quasi covid-free” ha spiegato Bassetti.
A cura di Antonio Palma
652 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Dopo il via libera di Ema e Aifa al vaccino anti covid Pfizer anche per i bambini di 12 anni, in quasi tutte le regioni si sono aperte le vaccinazioni anche per queste fasce di età. Si parte ovviamente dei soggetti più fragili ma in realtà, secondo gli esperti il vaccino anti covid è utili per tutti i bambini e ragazzi non solo per difendere gli altri ma anche per se stessi. “L’incidenza di infezioni da Sars-CoV-2 in queste categorie è molto bassa ma, anche se rare, le conseguenze della malattia possono essere molto gravi” ha ricordato ad esempio Guido Castelli Gattinara, pediatra del Bambino Gesù di Roma. “Non c’è nessuna ragione di mettere a rischio la salute quando abbiamo a disposizione uno strumento di prevenzione così efficace e sicuro” ha aggiunto l’esperto.

“Oltretutto la vaccinazione non protegge soltanto il bambino-adolescente ma la famiglia intera, specie se ci sono persone fragili e la comunità adulta” ha ricordato Castelli Gattinara in una intervista al Corriere della Sera dicendosi però contrario all’obbligo di vaccini. “I ragazzi vanno informati, non deve essere un atto impositivo, ma una decisione presa di comune accordo. Il loro eventuale dissenso andrebbe tenuto in considerazione e superato con il dialogo, senza forzature che potrebbero essere anche traumatiche. Il pediatra dovrebbe sempre chiedere l’assenso del suo giovane paziente prima di fargli qualsiasi cosa e, di fronte a un diniego, scendere a patti, trovare un accordo” ha spiegato il medico. Ad oggi del resto non appare neanche necessario visto che i giovani in generale hanno risposto in massa prenotandosi e, come conferma il pediatra, “da parte dei genitori notiamo un atteggiamento positivo. La vaccinazione dei figli minorenni viene vista più come opportunità che non un pericolo”.

Un altro dei motivi per vaccinare i ragazzi lo hanno ricordato il commissario all’emergenza covid Figliuolo e il professor Bassetti ed è relativo all’apertura delle scuole a settembre. ”La vaccinazione della fascia 12-15 è importante anche se non è obbligatoria. Sottolineo che è molto raccomandata e dico ai genitori di avvicinarsi in maniera totale alla scienza e alla vaccinazione anche perché servirà molto alla riapertura delle scuola” ha dichiarato il Generale. “Utilizziamo questa estate per vaccinare tutti i minori per farli tornare a scuola a settembre in sicurezza senza più dover ricorrere alla didattica a distanza, che non è scuola. Il vaccino è un'opportunità da cogliere anche per i più giovani per tornare a vivere come prima. Anzi meglio di prima. La vaccinazione creerà delle scuole che saranno quasi covid-free” ha spiegato Bassetti assicurando: “Vaccinerò per il Covid entrambi i miei figli di 12 e 16 anni. Spero che serva da esempio per molti altri genitori".

652 CONDIVISIONI
25958 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni