110 CONDIVISIONI
Richiami e ritiri di prodotti alimentari
17 Giugno 2021
10:32

Penny Market richiama un salame per sospetta contaminazione da Salmonella: l’allerta alimentare

Il Salame Campagnolo di Penny Market richiamato per sospetta contaminazione da Salmonella. Il richiamo riguarda esclusivamente il lotto L123 del prodotto della Italia Alimentari S.p.A. e secondo quanto specificato è stato distribuito e venduto nelle regioni Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia.
A cura di Biagio Chiariello
110 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Richiami e ritiri di prodotti alimentari

Sospetta presenza di Salmonella. Questo il motivo che ha spinto Penny Market a ritirare un lotto del Salame Campagnolo Sapor di Cascina. Sul sito della catena di supermarket la data di pubblicazione dell’allerta è quella del 16 giugno 2021, che coincide anche con l’avviso di richiamo. La denominazione di vendita esatta del prodotto interessato dal richiamo è Salame Campagnolo 150g. Nome o ragione sociale dell'OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è Penny Market. Il marchio di identificazione dello stabilimento/del produttore è Italia Alimentari S.p.A. quello con sede dello stabilimento a Via Marconi 3, 46040 Gazoldo degli Ippoliti (MN). Il lotto di produzione è L123. La date di scadenza o termine minimo di conservazione del lotto è il 01/08/2021, mentre l’unità di vendita è 150 grammi. Il motivo del richiamo è un rischio chimico ovvero la presenza di ossido di etilene che supera i limiti consentiti dalla legge. Nelle avvertenze viene specificato: "I clienti che avessero acquistato tale prodotto sono pregati di non consumare il prodotto e restituirlo al punto vendita per la sostituzione o rimborso entro il 06/07/2021. Precisiamo che il richiamo interessa solo il lotto/scadenza sopra indicato. Siamo spiacenti per il disagio arrecato, legato a cause non dipendenti dalla nostra volontà".

La salmonella può portar a sintomi di svariata natura dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale, fino a forme cliniche più gravi. Nei casi più gravi possono verificarsi batteriemie o infezioni focali a carico per esempio di ossa e meningi, ma ciò accade soprattutto in soggetti fragili come anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario. Nella maggior parte dei casi la salmonella non dà gravi conseguenze e in alcuni soggetti può essere addirittura asintomatica.

Non è la prima volta che un prodotto alimentare viene richiamato per presenza di salmonella. Era già capitato ad aprile con un salame di cinghiale della dalla Renzini S.p.a. e un paio di settimane prima con alcune salsicce del Salumificio Coletti Pierino & C. Snc.

110 CONDIVISIONI
Presenza di micotossine cancerogene. Cornflakes venduti alla Lidl richiamati dal Ministero
Presenza di micotossine cancerogene. Cornflakes venduti alla Lidl richiamati dal Ministero
Salame ritirato per rischio salmonella e listeria, l’allerta del Ministero: “Non consumatelo”
Salame ritirato per rischio salmonella e listeria, l’allerta del Ministero: “Non consumatelo”
Mercurio nel pesce spada. L'allerta alimentare del Ministero, il lotto richiamato
Mercurio nel pesce spada. L'allerta alimentare del Ministero, il lotto richiamato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni