Orribile scoperta nelle scorse ore lungo le strade della provincia di Parma. A terra, in un campo a bordo carreggiata, giaceva il corpo senza vita e carbonizzato di un uomo. Il drammatico ritrovamento nelle prime ore di oggi, giovedì 28 novembre, nel territorio del comune di Noceto, cittadina poco fuori il capoluogo. Il cadavere si trovava lungo la strada locale che da Noceto porta alla vicina  Medesano, poco dopo la località La Rampa, alle cosiddette curve di Sant'Antonio. L'allarme è scattato poco dopo le 7 di questa mattina quando qualcuno di passaggio ha notato il cadavere carbonizzato di quello che sembrava un uomo e ha chiamato le forze dell'ordine. Sul posto sono accorsi i sanitari del 118 ma per la vittima non c'era più nulla da fare. Sul luogo del ritrovamento anche la polizia locale e i carabinieri  che hanno subito avviato le indagini per accertare l'accaduto.

Al momento il ritrovamento del cadavere si configura come un vero e proprio giallo visto che sul posto e nei dintorni non c'erano auto o altri veicoli bruciati. I militari dell'arma si sono concentrati inizialmente sull'identità della vittima, visto che in un primo momento non è stato possibile identificarlo, e eventuali testimoni di passaggio. L'uomo infatti non aveva documenti addosso e il corpo pare sia stato orribilmente deturpato dalle fiamme. Dopo alcune ore gli inquirenti hanno stabilito che si tratta di un uomo di 59 anni di origini indiane e residente nel Parmense. Per ora restano sconosciute le cause esatte e la dinamica dei fatti. Al momento non si esclude alcuna ipotesi investigativa anche se quella dell'incidente appare piuttosto remota mentre si fa largo l'idea che possa trattarsi di un gesto volontario da parte della stessa vittima. Il 59enne, di professione operaio e residente in zona assieme alla famiglia, infatti avrebbe infatti lasciato nella sua auto un biglietto di addio. Dai primi rilievi effettuati dai Carabinieri, anche con l'ausilio dei Ris di Parma, sul posto inoltre sarebbero stati trovati frammenti di una tanica.