3.297 CONDIVISIONI
18 Marzo 2022
12:24

Palermo, ucciso e sepolto dalla moglie e dall’amico del cuore: “Erano amanti”

Svolta alla fine delle indagini dei carabinieri avviate a gennaio del 2019, quando Carlo Domenico La Duca, di Termini Imerese, era sparito nel nulla. La donna, accusata di omicidio e occultamento di cadavere, era intervenuta in lacrime a “Chi l’ha visto?
A cura di Biagio Chiariello
3.297 CONDIVISIONI

Era il 31 gennaio del 2019 quando i familiari di Carlo Domenico La Duca, un agricoltore di Termini Imerese, in provincia di Palermo, ne denunciarono la scomparsa. Allora si era pensato a un allontanamento volontario, la realtà però sarebbe un'altra. Almeno secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine locali, il 38enne sarebbe stato ucciso da sua moglie Luana Cammalleri e dal suo migliore amico Pietro Ferrara, oggi arrestati dai carabinieri in esecuzione di un provvedimento del gip del Tribunale di Palermo che ha disposto per entrambi la misura cautelare del carcere. Sono accusati di omicidio e soppressione di cadavere.

Perché la coppia è stata arrestata

I militari sono arrivati alla coppia dopo un lavoro durato 3 anni: intercettazioni, analisi dei tabulati, analisi immagini dei sistemi di videosorveglianza, assunzione di informazioni e acquisizioni informatiche e documentali, iniziate sin dalla scomparsa di La Duca, dalle quali "è emerso, in via gravemente indiziaria che i due arrestati, tra di loro legati da una relazione sentimentale di natura clandestina, dopo avere pianificato l’omicidio hanno attirato la vittima a Palermo nel terreno di proprietà del 57enne”.

Avevano "una relazione clandestina"

Luana Cammalleri e Pietro Ferrara avrebbe dunque pianificato l'omicidio di Carlo Domenico La Duca: stando alle accuse, hanno attirato la vittima a Palermo nel terreno di proprietà dell' arrestato per poi ucciderlo ucciso. Quindi hanno portato la sua auto, una Golf “GT” grigia, a 12 chilometri di dal punto in cui si sarebbe consumato il delitto per depistare gli investigatori. Ma “le acquisizioni investigative – si legge in una nota – hanno anche permesso di demolire gli alibi che i due avevano creato nel corso del tempo per tentare di allontanare da loro l’attenzione degli inquirenti”.

Le lacrime della donna a Chi L'Ha Visto

Anche la ex moglie, nei giorni successivi alla scomparsa, era stata intervistata dalla redazione di “Chi l’ha visto?” raccontando in lacrime della loro relazione e la disperazione che lei, i due figli e la maglia stavano vivendo. Parlando del compagno, a luglio 2020, la donna lo aveva dipinto come un uomo “dedito al lavoro e alla casa. Ci sono stati periodi anche brutti. È bello quando si prepara un matrimonio, ci sono i figli, mentre era brutto quando c’erano le liti”. Parole che avrebbe pronunciato, secondo l’accusa, dopo aver già ammazzato e nascosto il cadavere del compagno.

3.297 CONDIVISIONI
Bussolengo, 37enne ucciso a coltellate dalla moglie: “L'ho colpito al cuore: mi tradiva e picchiava”
Bussolengo, 37enne ucciso a coltellate dalla moglie: “L'ho colpito al cuore: mi tradiva e picchiava”
"Italia, non lasciarmi sola", il disperato appello della moglie di Alika, ucciso a Civitanova Marche
Strangola la moglie con una corda e chiama il 112: “Non ho capito più nulla
Strangola la moglie con una corda e chiama il 112: “Non ho capito più nulla"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni